Home / Dai Comuni / TORRAZZA. Con le compensazioni nucleari rimetto a posto la scuola!

TORRAZZA. Con le compensazioni nucleari rimetto a posto la scuola!

Non c’è giorno in cui non pensi agli uomini di domani. Quelli che saranno il futuro del suo paese.

Il sindaco Massimo Rozzino ha pensato di mettere in sicurezza la scuola, situata accanto al Comune.

Per farlo ha deciso di usare i fondi Scanzano, ovvero le compensazioni che ogni comuni nelle vicinanze di un impianto nucleare riceve. Vengono calcolate in base al numero di abitanti ed alla vicinanza dal sito in questione.   

Qui, a Torrazza, a due passi dal sito Eurex di Saluggia, sono in arrivo 76.970 euro, cifra che l’amministrazione avrebbe dovuto avere nel 2014.

Le compensazioni nucleari – spiega il primo cittadino – devono essere utilizzate a favore dell’ambiente”.

Questo significa progetti, attività e quant’altro servono per prevenire ogni forma di inquinamento o dispersione energetica.

Ho pensato di utilizzare quei fondi per la nostra scuola – aggiunge -. Per il risparmio energetico dell’edificio”.

E per risparmio energetico intende il rifacimento di tutti gli infissi, che causano l’entrata di spifferi e, quindi dispersione energetica.

Quelli che ci sono adesso – dice ancora Massimo Rozzinorisalgono agli anni ‘70 e credo che sia arrivata l’ora di intervenire”.

Il sindaco tiene inoltre a precisare che con le compensazioni nucleari sono stati già effettuati diversi lavori, in paese.

Come l’illuminazione pubblica.

Abbiamo sostituito anche le lampade  e installato le luci a led che consentono un risparmio notevole per le casse comunali”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

ROMANO. Controlli anti Covid, 20enne beccato in giro su una moto rubata

I carabinieri hanno arrestato a Ivrea un 20enne italiano di Romano Canavese per ricettazione, violenza, …

RIVAROLO. Minaccia medico con un coltello: arrestato 41enne di Cuorgnè 

RIVAROLO. Minaccia medico con un coltello: arrestato 41enne di Cuorgnè. I carabinieri di Rivarolo hanno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *