Home / In provincia di Torino / TORRAZZA. Csm ricorda il procuratore Caccia, a 36 anni dal suo omicidio
Bruno Caccia

TORRAZZA. Csm ricorda il procuratore Caccia, a 36 anni dal suo omicidio

Il 26 giugno di 36 anni fa veniva ucciso il procuratore di Torino Bruno Caccia, crivellato di colpi mentre portava a passeggio il cane. Oggi il Csm rende omaggio alla sua memoria e pubblica sul sito la sentenza con la quale nel febbraio scorso la Corte di assise di appello di Milano ha confermato la condanna all’ergastolo di Rocco Schirripa, il panettiere ritenuto uno dei componenti del gruppo di fuoco che assassinò il magistrato. Un atto che si aggiunge alle altre sentenze pronunciate sull’omicidio, già sul sito, come quella divenuta definitiva nel 1992 che ha condannato Domenico Belfiore, leader del cosiddetto “gruppo dei calabresi”. Caccia aveva firmato il rinvio a giudizio nel processo al nucleo storico delle Brigate Rosse, ma furono le sue indagini sul riciclaggio di denaro nei casinò del nord, sul contrabbando dei petroli e su un giro di tangenti che negli anni 70 coinvolse numerosi esponenti politici locali a toccare gli interessi della criminalità organizzata, che ne commissionò il delitto. Sul sito vengono anche pubblicati gli atti contenuti nel fascicolo personale del magistrato, “un doveroso omaggio – sottolinea il Csm – a un onesto e irreprensibile servitore delle Istituzioni”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Presunta violenza al Castellazzo: le indagini continuano

• A un mese esatto dalla presunta violenza sessuale commessa all’interno del centro sociale Castellazzo, …

IVREA. Se glielo ha detto Lavarini….! Ecco perchè La Serra è “fuori”

Per decenni con quei suoi contorni di una macchina da scrivere è stato il simbolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *