Home / Dai Comuni / TORRAZZA. Coronavirus. I lavoratori Amazon incrociano le braccia
amazon torrazza
Stabilimento Amazon di Torrazza

TORRAZZA. Coronavirus. I lavoratori Amazon incrociano le braccia

Coronavirus. I lavoratori Amazon hanno smesso di lavorare. E’ successo oggi nel polo di Torrazza.

A comunicarlo sono le organizzazioni sindacali Filt e Nilt Cgil.

I lavoratori hanno sospeso la loro attività “Assumendosi la responsabilità civile di limitare il contagio da Covid-19”.

Mentre il nostro paese è in ginocchio – denunciano i sindacati – Cgil Cisl e Uil chiedono di fermare le produzioni non essenziali per tutelare la salute dei lavoratori, la multinazionale americana continua ad ignorare tutto questo!

Si opera su lavorazioni assolutamente inaccettabili.

Lavoratori obbligati in assembramenti in entrata ed uscita dal proprio turno di lavoro, assenza di disposi all’interno dello stabilimento insufficienti a garantire quanto previsto dal protocollo sottoscritto dal governo e dalle parti sociali il 14 marzo u.s.

Occorre garantire esclusivamente il trasporto e la prima necessità e non privilegiare il profitto a scapito della salute dei lavoratori!

Amazon prenda atto che la situazione è ormai insostenibile e si comporti di conseguenza. Amazon assuma iniziative volte al rispetto delle norme e alla tutela della salute dei propri dipendenti lavoratori attraverso l’attivazione gli ammortizzatori sociali altrimenti si faccia carico interamente della retribuzione dei lavoratori“.

Commenti

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

NERO

SAN RAFFAELE CIMENA. Perde il cane e scrive all’ordine dei veterinari: “Aiutatemi!”

E’ il 2 maggio quando Nero, un meticcio di tre anni, taglia media, per correre …

SAN MAURO. Ripartono gli allenamenti nelle palestre

Dopo settantacinque giorni di chiusura a causa del Covid-19, per la gioia di chi in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *