Home / Piemonte / TORINO. torino2006: Corte Conti, gestione finanziaria fu oculata
Corte dei Conti
Corte dei Conti

TORINO. torino2006: Corte Conti, gestione finanziaria fu oculata

La Corte dei Conti, Sezione Giurisdizionale per il Piemonte, ha dichiarato il non doversi procedere nei confronti dei vertici dell’Agenzia Torino 2006, tra cui l’ex direttore Domenico Arcidiacono, per intervenuta prescrizione dell’azione promossa dalla Procura regionale, che aveva loro contestato un danno erariale di due milioni e 400 mila euro. Al centro della vicenda il contratto affidato a esperti esterni per il project control della realizzazione delle opere olimpiche.
Nelle 29 pagine della sentenza, che la Corte dei Conti ha notificato via Pec all’avvocato difensore Carlo Merani, i giudici contabili sostengono che “la spesa affrontata dall’Agenzia per l’esternalizzazione del servizio di ‘project control’ ha rappresentato effettivamente una quota infinitesimale, dalla misura pressoché pulviscolare, in relazione all’intero cospicuo investimento pubblico stanziato per lo svolgimento dei Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, nel contesto di una gestione finanziaria risultata peraltro a consuntivo oculata e prima di significativi elementi di criticità”. La Corte ha dichiarato prescritta la richiesta avanzata dalla Procura, sia in ragione dell’inefficacia della diffida della Procura stessa ad interrompere la prescrizione sia in quanto la diffida al tempo mandata non aveva comunque la caratteristiche necessarie per poter essere ritenuto atto idoneo ad interrompere la prescrizione.
La decisione dei giudici contabili è “particolarmente gratificante” per Arcidiacono, che dell’Agenzia Torino 2006 è tuttora Commissario Straordinario. L’ingegnere si dice soddisfatto della motivazione particolarmente articolata dei giudici contabili, secondo cui “la peculiare e incessante attività di pianificazione, programmazione e controllo strategico posta in essere dai componenti dell’Agenzia – si legge nella sentenza – hanno consentito di rispettare in modo puntuale il serrato e ineludibile cronoprogramma delle numerosissime opere infrastrutturali da realizzare, fondamentali per il regolare                 procedere delle competizioni nelle varie discipline dei Giochi invernali, salvaguardando e valorizzando in campo internazionale l’immagine complessiva del nostro Paese”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Vento forte

TORINO. Tempo: raffiche vento sferzano il Torinese

Il vento ha cominciato a sferzare da questa mattina Torino e alcune aree della provincia. …

TORINO. Vento a 70 kmh, rimosse le lamiere pericolanti tetto palazzo Agenzia Entrate

I vigili del fuoco stanno intervenendo, oggi a Torino, in via Grattoni, per alcune lamiere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *