Home / Piemonte / TORINO. Terrorismo: arcivescovo di Torino, c’è chi specula sulla paura
San Colombano
L'Arcivescovo Monsignor Cesare Nosiglia

TORINO. Terrorismo: arcivescovo di Torino, c’è chi specula sulla paura

Il clima di fraternità fra comunità “è sovente turbato dalla paura e dalla diffidenza e qualcuno purtroppo giunge anche a fare della religione uno strumento di violenza e morte volendo far credere che questa è la volontà di Dio: sappiamo bene che non è vero, gli interessi economici alimentano la propaganda della divisione e c’è chi specula sulla paura, chi vuole guadagnare, in tanti modi, dalla divisione dei popoli”. Ad affermarlo, alla presentazione dell’iniziativa Mosche Aperte del 2 giugno, l’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, che ha definito “il terrorismo omicida e ogni forma di discriminazione e violento rifiuto degli altri, una bestemmia, con gesti che nulla hanno a che fare con fede e religione”. Nosiglia si è quindi detto “convinto che anche le diversità delle nostre religioni possono e devono diventare motivo di arricchimento reciproco. Sono lieto – ha aggiunto – che si rinnovi anche quest’anno la visita delle moschee, sono gesti di grande peso che favoriscono l’impegno di mutua collaborazione fra comunità laiche e religiose diverse ma tutte protese – ha concluso – a testimoniare la volontà di fare della nostra città una realtà esemplare sul piano della fraternità e della convivenza pacifica e collaborativa”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

LANZO – Quei torcettini che conquistarono Mario Sodati

Storie di uomini che si intrecciano alla grande storia. Poteva essere questo il sottotitolo non …

LANZO – Riflessioni sulla pandemia dalle Valli di Lanzo

Sono le minoranze più rumorose, lo sappiamo bene, a farsi notare di più in ogni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *