Home / Piemonte / TORINO. Sottratti 400mila euro Cri, accusato presidente nel Torinese
Croce rossa italiana

TORINO. Sottratti 400mila euro Cri, accusato presidente nel Torinese

Quattrocentomila euro sottratti, in sette anni, alla Croce Rossa per acquistare auto di lusso e immobili: è l’accusa per il presidente della sezione di Piossasco (Torino) e per la sua segretaria, relativa al periodo 2010-2016. Ora dovranno rispondere di peculato e appropriazione indebita.
Le indagini della Guardia di Finanza di Torino hanno preso il via dall’esposto di un revisore, che, alla fine dello scorso anno, aveva riscontrato alcune anomalie nei libri contabili.
Così le Fiamme Gialle hanno controllato prima il periodo dal 2010 al 2013, quando il Presidente rivestiva la qualifica di pubblico ufficiale, e poi dal 2014, quando la Croce Rossa è diventata associazione “no profit”.
I militari hanno posto sotto sequestro, oltre a conti correnti e polizze assicurative, un immobile di un valore superiore ai 200 mila euro.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Lanzo – Cassa integrazione, sì fino a 18 settimane, ma restano non poche incertezze interpretative

La ripartenza del sistema economico dopo il lungo lockdown stenta a decollare, soprattutto nelle aree …

SETTIMO T.SE. Prelievo Fidas per giovedì 4 giugno solo con prenotazione

La sezione Fidas donatori sangue ha fissato per giovedì 4 giugno una raccolta di sangue …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *