Redazione

di: Redazione

Home / Piemonte / TORINO. Smog: “blocco pure agli Euro 5, e la politica si divide”

TORINO. Smog: “blocco pure agli Euro 5, e la politica si divide”

Chiamparino
Chiamparino

Resta alto il livello delle polveri sottili a Torino, in questi giorni la città più inquinata d’Italia, e il Comune conferma la stretta sulle auto. Da domani non potranno circolare anche i diesel Euro 5. Lo stop, che riguarda in tutto circa 250mila veicoli, alimenta le polemiche scatenate dall’invito a tenere chiuse porte e finestre. “Per quel che mi riguarda vado in bici e dormo con le finestre aperte perché soffro di claustrofobia”, è la battuta del presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, che ritiene esagerato l’allarme. “Non abbiamo fatto altro che ribadire i consigli dei medici. Non ho mai detto di chiudere tutto perché altrimenti arriva il ‘ba bau’, replica l’assessore all’Ambiente di Torino, il pentastellato Alberto Unia.
Nel giorno in cui la Regione Piemonte adotta il semaforo antismog, il primo pacchetto di misure previste dall’Accordo per la qualità dell’aria nel bacino padano, la politica si divide dunque anche sull’emergenza smog. “Credo che l’invito del Comune di Torino fosse volto a sensibilizzare le persone sulla situazione attuale, piuttosto che a creare allarmismo. Insomma, ‘esageruma nen'”, in piemontese “non esageriamo”, espressione cara a Chiamparino, che invita la Torino pentastellata ad un maggiore coordinamento. “Credo che i provvedimenti efficaci siano quelli condivisi, e credo anche che per abbattere davvero i livelli di smog più che corse in avanti dei singoli comuni, servano sinergie e visione d’insieme, altrimenti si creano solo inutili disagi per la vita quotidiana dei cittadini”.
Nonostante le critiche delle associazioni economiche e le perplessità espresse a più livelli, Torino tira dritto per la sua strada. “Ben vengano le battute se, finalmente, fanno parlare di smog e ambiente – sottolinea l’assessore Unia -. Ben venga qualunque cosa, se il risultato è parlare di questi temi”.
“Lo sforzo che possiamo fare, come città capoluogo, è quello di essere di esempio e di essere coraggiosi ad attuare provvedimenti”, rincara la dose la sindaca Appendino, che chiede alla Regione di farsi carico del problema del coordinamento.
“Non possiamo pensare che la Città metropolitana – taglia corto – sia l’unica ad avere questo ruolo”.
Lo stop, anche per i diesel Euro 5, scatta domani alle 8 e prosegue fino alle 19. “Monitoreremo la situazione nel fine settimana e, se i dati scenderanno valuteremo di riconsiderare i blocchi già da lunedì”, conclude l’assessore Unia. Per chi utilizza l’auto per andare al lavoro, dunque, non resta altro da fare che sperare nel vento annunciato per domenica.

Commenti

Leggi anche

povertà

TORINO. Povertà: mons. Nosiglia partecipa Colletta Alimentare

Come negli anni passati, domani alle 12.30 l’arcivescovo di Torino, mons. Cesare Nosiglia, andrà a …

Carabinieri

NOVARA. Violenza donne: dopo 15 anni maltrattamenti denuncia l’ex

Dopo aver subito 15 lunghi anni di maltrattamenti e violenze, ha avuto il coraggio di …