Home / Piemonte / TORINO. Seviziato e ucciso, tanti i misteri da chiarire
Polizia
Polizia

TORINO. Seviziato e ucciso, tanti i misteri da chiarire

Proseguono le indagini sull’omicidio di Adriano Lamberti, il carrozziere di 43 anni ammazzato in un Caf di via Martorelli, a Torino, e poi gettato nello scantinato. La polizia ha fermato Marco Sapino, 53 anni, titolare della sede del patronato. Sarebbe stato lui, secondo gli inquirenti, ad aver incontrato la vittima per ultimo.
Tanti i punti ancora da chiarire su cui sono al lavoro nel massimo riserbo gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Torino. Dal movente del delitto, all’arma, che non sarebbe ancora stata trovata. E non è escluso neppure che il fermato abbia agito con l’aiuto di un complice.
Lamberti, scomparso da casa il 22 febbraio, è stato ritrovato oltre 12 ore dopo con due colpi di pistola alla nuca e ferite d’arma da taglio su tutto il corpo. Chi l’ha ammazzato, ha cercato di bruciare il cadavere per cancellare le prove. La polizia ha sequestrato due bossoli, che verranno analizzati. Gli agenti stanno analizzando i tabulati del cellulare della vittima e le immagini delle telecamere dei negozi della zona. Non è escluso che il delitto, secondo le varie ipotesi, sia dovuto a questione economiche.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

TORINO. ‘Torna al tuo paese’, insulti su bus a migrante disabile

Aggredito e insultato su un tram di Torino perché marocchino e disabile. A denunciare l’accaduto …

TORINO. Piemonte: listino Chiamparino, solo tre posti al Pd

“Nell’incontro di oggi pomeriggio con la coalizione si è convenuto che tutte le liste che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *