Home / Piemonte / TORINO. Sequestro missile: nel 2009 prefetto vietò armi ad arrestato
digos

TORINO. Sequestro missile: nel 2009 prefetto vietò armi ad arrestato

Nel 2009 la prefettura di Varese vietò la detenzione di armi e munizioni a Fabio Del Bergiolo, l’ex funzionario doganale arrestato nei giorni scorsi nell’ambito di un’indagine della Digos di Torino sul tentativo di vendere un missile aria-aria. Del Bergiolo riportò una condanna definitiva a un anno e sei mesi per una presunta truffa ai danni dello Stato commessa nel periodo in cui prestava servizio a Malpensa e, al momento del licenziamento dall’Agenzia delle Dogane, avrebbe pronunciato – secondo quanto è stato ricostruito – frasi che furono interpretate come minacciose. La prefettura lo definì “persona non affidabile”. Contro il provvedimento Del Bergiolo fece ricorso al Tar. Nella sua abitazione di Gallarate la polizia, oltre a stemmi e cartelli con simbologia nazista, ha trovato, tra l’altro, dodici fucili, sette pistole, una mitraglietta Scorpion; altro materiale è stato recuperato nella sua seconda casa, in una frazione di Massa. Il missile era custodito in un hangar del Pavese. Da alcune indicazioni risultava che fosse in dotazione alle forze armate del Qatar, che però ha comunicato alle autorità italiane di averlo venduto nel 1994 a un Paese terzo.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Lanzo – Cassa integrazione, sì fino a 18 settimane, ma restano non poche incertezze interpretative

La ripartenza del sistema economico dopo il lungo lockdown stenta a decollare, soprattutto nelle aree …

SETTIMO T.SE. Prelievo Fidas per giovedì 4 giugno solo con prenotazione

La sezione Fidas donatori sangue ha fissato per giovedì 4 giugno una raccolta di sangue …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *