Home / Piemonte / TORINO. Sanità: laboratorio mobile per sconfiggere epatite C
sanità
sanità

TORINO. Sanità: laboratorio mobile per sconfiggere epatite C

Fa tappa oggi a Torino, al Lingotto Fiere, Prometheus, il primo laboratorio mobile per rendere più efficace la lotta al virus dell’HCV. In Piemonte si stima che le persone con epatite C grave siano circa 2.000 (300 mila in Italia), ma grazie a una gestione ottimale del paziente oggi è possibile puntare al 100% di guarigioni.

Prometheus (Patient Journey Mobile Lab on HCV) è un progetto di formazione itinerante organizzato da QBGROUP con il supporto di AbbVie. Nei prossimi due mesi coinvolgerà oltre 200 medici specialisti in diverse città italiane. Il progetto si propone di realizzare un tour di formazione all’avanguardia con l’obiettivo di migliorare la gestione del paziente con epatite C attraverso un approccio multidimensionale e interattivo. “Il rilevante impatto della malattia in termini epidemiologici comporterà per i Centri specializzati piemontesi l’esigenza di affrontare nei prossimi anni un gran numero di cure per un numero sempre crescente di pazienti” dichiara Mario Rizzetto, docente di Gastroenterologia all’ Università di Torino, direttore della Divisione di Gastroenterologia dell’ Ospedale Molinette.

Secondo Giovanni Di Perri, docente di Malattie Infettive dell’Università di Torino, direttore del Dipartimento Clinico di Malattie Infettive dell’ Amedeo di Savoia, “grazie a una gestione ottimale del paziente è possibile oggi ridurre i costi di gestione in tutto il percorso terapeutico del paziente con HCV e con risultati che puntano al 100% di guarigioni”. “Tra i pazienti che acquisiscono l’infezione da HCV – conclude Giorgio Saracco, anche lui docente di Gastroenterologia dell’Università di Torino e direttore Struttura Complessa di Gastroenterologia, A.O.U. San Luigi Gonzaga – oltre il 90% diventa portatore cronico, sviluppando nel 65-95% dei casi un’epatopatia cronica e nel 10-30% dei casi un rischio di evolvere in cirrosi nell’arco di 25-30 anni”.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

LANZO – Quei torcettini che conquistarono Mario Sodati

Storie di uomini che si intrecciano alla grande storia. Poteva essere questo il sottotitolo non …

LANZO – Riflessioni sulla pandemia dalle Valli di Lanzo

Sono le minoranze più rumorose, lo sappiamo bene, a farsi notare di più in ogni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *