Home / Piemonte / TORINO. Salone Libro: un notaio alla guida, Biino presidente
Salone del libro
Salone del libro

TORINO. Salone Libro: un notaio alla guida, Biino presidente

La squadra che guiderà il prossimo Salone del Libro di Torino è finalmente completa. Il notaio Giulio Biino, 56 anni, è il nuovo presidente del Circolo dei Lettori, a cui spetta l’organizzazione della buchmesse. Lo ha nominato, scaduti i termini dell’avviso pubblico, la Regione Piemonte al posto di Massimo Bray che ha rassegnato a inizio settembre le dimissioni.
“Sarò una figura di garanzia, il notaio del Salone del Libro, un termine, notaio, che però va svecchiato. Voglio dare il mio contributo per fare un Salone del Libro ancora più bello di quello degli ultimi anni, che è stato stupendo. Confido molto nel direttore Lagioia, che è bravissimo e nella sua squadra ormai rodata”, sottolinea Biino, che è presidente del Collegio Notarile. “Lavorerò perché il Salone continui a essere stabilmente a Torino, ma anche perché finisca l’annuale guerra con Milano”, spiega. Biino confessa di essere un lettore incallito, un grande appassionato di libri e di letteratura: “Sono un lettore compulsivo. Leggo per lavoro e per passione.
Acquisto 800 libri l’anno. Non li leggo tutti naturalmente, ma mi piace averli. E non mi sono perso neppure una edizione del Salone da quando è nato”, confessa. Al Circolo dei Lettori, poi, il neopresidente è di casa: lo frequenta attivamente e lo sostiene grazie all’Associazione Cento per Cento Lettori, di cui è uno dei fondatori.
“Siamo sicuri che saprà fare un ottimo lavoro di squadra con gli altri organi della Fondazione”, commenta il presidente della Regione, Sergio Chiamparino. “Questa designazione contribuisce in modo decisivo alla definizione dell’assetto di governo della Fondazione, anche alla luce delle attività che verranno sviluppate al suo interno per la promozione del libro e della lettura”, aggiunge l’assessora regionale alla Cultura Antonella Parigi.
Nei prossimi giorni sarà convocato il consiglio di gestione del Circolo dei Lettori, che dovrà occuparsi dei bandi per il personale, mettere a punto il contratto del direttore Nicola Lagioia e individuare il partner privato che dovrà gestire la parte commerciale. “Qualcuno mi ha fatto notare che ci saranno da mettere firme pesanti, ma io ne metto decine tutti i giorni”, osserva il nuovo presidente del Circolo dei Lettori.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Scuole chiuse da lunedì. Piastra: “È un grave errore”

A partire da lunedì 8 marzo in Piemonte l’attività didattica di seconde e terze medie …

Il sindaco Mauro Nicolino

Elezioni, Nicolino è indeciso: “Terzo mandato? E i giovani?”

Mauro Nicolino non ha ancora deciso. Le elezioni comunali sono alle porte, ma tutto è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *