Home / Terza Pagina / Libri / TORINO. Salone Libro: McGuire, con Qui simultaneità fumetto
Salone del libro
Salone del libro

TORINO. Salone Libro: McGuire, con Qui simultaneità fumetto

Potremmo tutti rimanere imprigionati all’infinito nel salotto di Richard McGuire dove momenti vicini e lontani si intrecciano e si sovrappongono per raccontare un luogo e un tempo che non finiscono ma. E’ ‘Qui’ nato da una ministoria di 6 pagine nel 1989 e diventato ora un libro pubblicato in Italia da Rizzoli Lizard nella traduzione di Steve Piccolo.
“Il fumetto è potente rispetto ad altre forme espressive perchè ti permette di realizzare la dimensione della simultaneità” spiega all’ANSA McGuire, atteso domani all’Arena Bookstock del Salone del Libro di Torino, dove presenta per la prima volta il suo libro in Italia con Walter Siti.
Tutto è partito da una serie di foto che suo padre scattava ogni anno alla famiglia sempre nella stessa posizione. “Ci sono spunti personali ma riflessioni universali. Anche del luogo non c’è un’indicazione chiara, volevo lasciare una certa ambiguità per permettere al lettore di identificarsi” racconta McGuire che collabora con il ‘New Yorker’, ha ideato una propria linea di giocattoli ed è il fondatore e bassista della band Liquid Liquid.
Con ‘Qui’ in cui racconta un mondo che prende forma dalla prospettiva fissa dell’angolo di un salotto, ha aperto nuove strade al fumetto e la storia infinita di questo libro continua.
A pochi mesi da quella americana, esce anche in Italia, il 28 maggio, la digital edition interattiva su Apple Store e McGuire ha avuto anche la proposta di fare di ‘Qui’ anche un’edizione virtuale e uno spettacolo.
“Ciascuna vignetta e riquadro vivono una propria vita con questa versione interattiva creando rapporti nuovi tra le immagini. Ci sono anche piccoli movimenti: si sposta una tenda, un gatto muove la zampa. Sono stato recentemente contattato anche da una società per farne una versione virtuale. Mi piace l’idea” dice McGuire. E poi, “un direttore d’orchestra mi ha proposto di fare uno spettacolo con la musica e la proiezione delle immagini del libro. E’ una bella idea, lo vorrei fare ma non posso passare il resto della vita in questa storia” spiega l’artista che vive a New York ma è originario del New Jersey dove viveva la sua famiglia e dove si svolge in realtà ‘Qui’.
Sulle pagine da cui ha preso il via questa storia era stato fatto anche un video ma “mi sono reso conto che non funzionava.
Nelle tavole c’e’ questa dimensione della simultaneità che non funziona a livello di film. La stanza in cui si svolgono tutti i fatti di ‘Qui’ è piuttosto un palcoscenico” sottolinea l’artista che è autore anche di 4 libri per bambini e ha fatto un film di animazione in Francia. Poco prima di cominciare a scrivere il libro, McGuire ha perso i suoi genitori e poi la sorella che hanno fatto in tempo invece a vedere la miniversione di 6 pagine. “Questo ha definito l’atmosfera anche perchè tra le cose di famiglia ho trovato tanti scatoloni pieni di foto e ho cominciato a fare delle ricerche e a scavare in profondità anche su fatti accaduti nel mio luogo d’origine. Con tutte queste morti – spiega – sono diventato consapevole di come tutto non abbia una permanenza nella vita. Tutto passa e questo può essere molto positivo o molto negativo”. McGuire si è fatto anche guidare dal principio che “le cose grandi le avrebbe rese più piccole e viceversa. Così un bicchiere d’acqua che si rompe ha un grande valore nel libro.
“Altre figure che tornano sono gli indiani d’America. Ricordo un episodio – conclude – di quando ero bambino. Una tribù voleva scavare nel nostro giardino ed è stata cacciata da mia madre ma mi sono sempre chiesto cosa ci fosse lì sotto”.

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

SETTIMO. C’erano una volta i lavatoi

Al tempo dei lavatoi… Ovvero non molti decenni or sono. Le massaie ignoravano l’uso delle …

Lanzo – Marco Subbrizio presenta “Essere stati”

Ultimo appuntamento, prima della pausa estiva con il ciclo degli incontri con l’autore promossi dalla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *