Home / Piemonte / TORINO. Regionali: Lo Russo (Pd), ripartire da segnale elettori
Stefano Lo Russo

TORINO. Regionali: Lo Russo (Pd), ripartire da segnale elettori

“Ripartire da qui. Non è finita, molti nodi sono ancora lì, ma davvero se fa tesoro dei suoi errori e dei segnali degli elettori il centrosinistra può ripartire con forza”. Così, su Facebook, il capogruppo Pd al Comune di Torino, Stefano Lo Russo, commenta il risultato elettorale delle regionali in Calabria ed Emilia Romagna ribadendo il suo no a una eventuale alleanza con il M5S in vista delle comunali del 2021. Per quel che riguarda la Calabria Lo Russo osserva che “forse, ex post, occorrerebbe riflettere davvero un po’ su come si è arrivati a scegliere programmi e persone”. Quanto all’Emilia sottolinea che “Bonaccini ha dimostrato che Salvini si può battere con le armi del buongoverno” e che il M5S “è semplicemente evaporato. E questa scomparsa – afferma – è un bene per la democrazia italiana. Finalmente si torna a un sistema bipolare basato su contenuti politici alternativi e non su pressapochismo e slogan. Prendiamone atto, si dia una scossa vera all’azione di governo senza paure e compromessi al ribasso e la si pianti – conclude – di parlare di ‘alleanze strutturali’ con questi signori che ormai sono solo più ceto politico e rappresentano solo loro stessi. Bonaccini dimostra che si vince anche senza di loro, anzi, molto probabilmente si vince proprio perché si è senza di loro e si è capaci di dare contenuti, speranza e prospettiva”. Anche il segretario metropolitano Mimmo Carretta evidenzia che “il modello 5 Stelle è in crisi specie negli appuntamenti amministrativi”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Lanzo – Cassa integrazione, sì fino a 18 settimane, ma restano non poche incertezze interpretative

La ripartenza del sistema economico dopo il lungo lockdown stenta a decollare, soprattutto nelle aree …

SETTIMO T.SE. Prelievo Fidas per giovedì 4 giugno solo con prenotazione

La sezione Fidas donatori sangue ha fissato per giovedì 4 giugno una raccolta di sangue …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *