Home / Piemonte / TORINO. Parapiglia in tribunale, la polizia ferma l’imputato che rincorre il teste
Procura

TORINO. Parapiglia in tribunale, la polizia ferma l’imputato che rincorre il teste

Parapiglia in tribunale stamani a Torino durante un processo per presunte vicende di maltrattamenti in famiglia. L’imputato, un italiano, ha rivolto a un testimone che stava lasciando l’aula le parole “ci vediamo” che sono state interpretate come minacciose. Alle rimostranze dell’avvocato di parte civile, Stefano Caniglia, l’uomo ha rincorso il testimone: un ispettore di polizia lo ha bloccato – e ci sono stati degli spintoni – prima che potesse raggiungerlo.
Al rientro ha detto all’ex compagna “oggi non portare i bambini”.
Il giudice, Claudio Ferrero, ha interrotto l’udienza e ha proposto all’avvocato “degli incontri urgenti con uno psicologo perché lo aiuti a gestire la rabbia”. “Una cosa simile – ha aggiunto – non mi era mai capitata”. Quindi ha disposto che l’imputato, uscendo dal Palazzo di giustizia, venisse accompagnato dai carabinieri. “Non accetto di essere calunniato – ha commentato l’uomo – ma vorrei dire all’ispettore che mi scuso con lui”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

De Zuanne Volpiano

VOLPIANO. Coronavirus, morto un uomo di 65 anni. Contagiati anche nelle case di riposo

Lutto a Volpiano per il Coronavirus. Nella giornata di oggi è morto un uomo di …

Alberto Cirio

CORONAVIRUS. Allo studio nuove misure di contenimento in Piemonte

Alle 12.30 il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha  avuto la conferma della sua …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *