Home / Piemonte / TORINO. Muffa e inadempienze all’Anagrafe di Torino, rischio caos

TORINO. Muffa e inadempienze all’Anagrafe di Torino, rischio caos

Muffa negli uffici, mancanza di cartelloni e di alcuni certificati, inadempienze rispetto alle normative anti incendi. Sono alcune delle irregolarità che gli ispettori dello Spresal dell’Asl To1 hanno accertato nei locali dell’Anagrafe Centrale di Torino. Indagata la dirigente comunale responsabile del settore, secondo quanto anticipato sulle pagine locali di La Stampa e la Repubblica. Gli ispettori hanno bloccato il funzionamento dei 90 retroarchivi con cui gli addetti recuperano la documentazione, ancora cartacea, indispensabile per pratiche e certificati. Sarà quindi impossibile fornire una serie di servizi. L’ispezione avrebbe confermato le criticità sollevate dai dipendenti nei mesi scorsi. Ieri in Comune si è tenuta una riunione, cui hanno partecipato anche la sindaca Chiara Appendino e l’assessore Sergio Rolando, che ha rilevato la delega all’Anagrafe dal neo ministro Paola Pisano. L’indagine è coordinata dal procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Lanzo – Cassa integrazione, sì fino a 18 settimane, ma restano non poche incertezze interpretative

La ripartenza del sistema economico dopo il lungo lockdown stenta a decollare, soprattutto nelle aree …

SETTIMO T.SE. Prelievo Fidas per giovedì 4 giugno solo con prenotazione

La sezione Fidas donatori sangue ha fissato per giovedì 4 giugno una raccolta di sangue …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *