Home / Piemonte / TORINO. Montagna: poliziotti sulle piste per aumentare sicurezza
Val Gardena
Val Gardena

TORINO. Montagna: poliziotti sulle piste per aumentare sicurezza

Agenti della polizia locale sulle piste delle montagne olimpiche per aumentarne la sicurezza grazie a una presenza che dia un messaggio di prevenzione ed educazione. È il primo passo della lettera d’intenti siglata oggi da Regione, amministratori locali e operatori del settore con l’obiettivo di realizzare un piano sperimentale di azioni per la sicurezza sugli sci. Da domani, dunque, alcuni agenti appositamente formati percorreranno le piste di Via Lattea e Colomion per dare informazioni e supporto alle attività di vigilanza e prevenzione di comportamenti pericolosi. “Abbiamo ricevuto diverse sollecitazioni in tema di sicurezza delle piste – dice l’assessore alla Polizia Locale Giovanni Maria Ferraris – e questa è una risposta che si inserisce in un sistema di sicurezza che c’è ma ha bisogno di essere implementato per rispondere alle esigenze e non alle emergenze. Gli agenti sulle piste – aggiunge – non hanno solo uno scopo sanzionatorio ma soprattutto preventivo e di garanzia per chi scia”. Prossimi passi previsti dalla lettera d’intenti promossa dall’assessorato regionale alla Polizia Locale, sono la creazione di nuovi corsi per formare altri agenti, l’avvio di un Tavolo Regionale con prefetture e forze di polizia, l’impegno dei maestri di sci ad aumentare la loro funzione educativa. Inoltre le società di gestione degli impianti Sestriere Spa e Colomion Spa, che sostengono l’iniziativa anche economicamente, si sono trovate d’accordo a trovare forme di comunicazione efficace sul tema sicurezza.
Secondo i dati della scorsa stagione delle due società che gestiscono gli impianti, ci sono stati oltre 2 mila 800 interventi. Più di 1.200 i soccorsi e gli interventi segnalati dal Centro di Addestramento Alpino della Polizia, di cui 171 per scontri fra sciatori, 109 violazioni amministrative e 12 denunce. Oltre mille quelli della Squadra di Montagna della Croce Verde.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

LANZO – Quei torcettini che conquistarono Mario Sodati

Storie di uomini che si intrecciano alla grande storia. Poteva essere questo il sottotitolo non …

LANZO – Riflessioni sulla pandemia dalle Valli di Lanzo

Sono le minoranze più rumorose, lo sappiamo bene, a farsi notare di più in ogni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *