Home / Eventi / TORINO. LIBERI DANZATORI
Luca, Elena e un musicista con l'organetto diatonico

TORINO. LIBERI DANZATORI

Leggo su Facebook che i “Liberi Danzatori” hanno festeggiato il millesimo iscritto alla loro pagina. Buono a sapersi.

Ma chi sono? Hanno organizzato due eventi in Settimo che hanno avuto buon riscontro, sono appassionati di musica folk, si ritrovano il giovedì sera in San Salvario.

A San Salvario, incuriosito, sono andato a cercarli e così, tra una mazurka francese ed una courenta, Elena e Luca mi hanno raccontato qualcosa di più sui “Liberi”.

 

Chi sono i Liberi Danzatori?

Siamo appassionati di musica e danze folk. Il gruppo nasce quattro anni fa, quando abbiamo iniziato a ritrovarci per scambiare esperienze e conoscenze . Di volta in volta aumentavamo di numero, adesso siamo tantissimi.

 

L’interesse per la musica folk si è rinnovato, molti gli appuntamenti organizzati. Come vi collocate in questo universo?

Il genere sta subendo una evoluzione, gruppi musicali, partono dalla tradizione per rielaborarla. Trad e Neo-Trad convivono e si sovrappongono, attingendo dalla cultura musicale dei loro paesi, questi musicisti  ripropongono sonorità nuove, ghironde ed organetti si affiancano ai sassofoni ed alle chitarre. Questo è il tipo di musica che preferiamo, proviene dal passato ma guarda al futuro ed ha la capacità di parlare ai giovani.

 

Quali sono le vostre iniziative?

Appuntamento ogni giovedì sera alla Casa del Quartiere di San Salvario, via Morgari 14, proponiamo sempre buona musica e organizziamo qualche stage. A chi si sente diamo la possibilità di insegnare a tutti quella di imparare, chiediamo solo un picolo contributo volontario per le spese del locale. Organizziamo anche concerti che di volta in volta diventano più importanti.

Venite a trovarci il giovedì sera, vi divertirete. Venite questa sera!

 

g.fina.g@gmail.com

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. “Le bambine di Terezin” del Faber Teater va in onda sul web oggi

In oltre 170 repliche, l’attrice Paola Bordignon, interprete dello spettacolo “Le bambine di Terezin” di …

SETTIMO. L’Anpi non rinuncia al ricordo per la Giornata della Memoria

È consuetudine che il 27 gennaio, Giorno della memoria, riprendano le iniziative dell’Anpi di Settimo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *