Home / Piemonte / TORINO. Lavoro: FdI, anche in Piemonte diciamo prima gli italiani
MAURIZIO MARRONE

TORINO. Lavoro: FdI, anche in Piemonte diciamo prima gli italiani

“Se questo governo di poltronai spudorati pensa di ristabilire un regime di razzismo alla rovescia con un welfare che abbandona i connazionali per favorire l’immigrazione incontrollata, allora le Regioni governate dal centrodestra lo impediranno”. Così, in una nota, Maurizio Marrone, capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale del Piemonte nel giorno in cui il governo Conte bis si presenta alla Camera per la fiducia. “Inseriremo la stessa clausola del Friuli Venezia Giulia con l’obbligo di almeno cinque anni di residenza per i lavoratori assunti o reintegrati da Cassa Integrazione con incentivi regionali, a partire dai contratti di insediamento di nuove imprese, dove la Regione eroga contributi a fondo perduto fino a 200.000 euro ad azienda per creare occupazione”, annuncia l’esponente piemontese di Fratelli d’Italia. “Siamo già al lavoro con gli assessori Chiorino e Tronzano per una apposita DGR. Ci spiace per Pd e M5S – conclude -, se vogliono fermarci niente impugnativa costituzionale, dovranno adattarsi a quel noioso e antipatico passaggio di vincere le elezioni”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Lanzo – Cassa integrazione, sì fino a 18 settimane, ma restano non poche incertezze interpretative

La ripartenza del sistema economico dopo il lungo lockdown stenta a decollare, soprattutto nelle aree …

SETTIMO T.SE. Prelievo Fidas per giovedì 4 giugno solo con prenotazione

La sezione Fidas donatori sangue ha fissato per giovedì 4 giugno una raccolta di sangue …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *