Home / Piemonte / TORINO. Infrastrutture: Cirio da Toninelli, confronto sul Piemonte

TORINO. Infrastrutture: Cirio da Toninelli, confronto sul Piemonte

Vertice sul dossier delle infrastrutture strategiche del Piemonte, al Ministero dei Trasporti, fra il presidente della Regione Alberto Cirio e il ministro Danilo Toninelli. “È stato un vertice molto positivo. Torniamo a casa con risposte puntuali su tutto e con un programma di azioni concrete e chiare”, afferma Cirio, che annuncia “un nuovo metodo di lavoro: non saranno più il Ministero e l’Anas a decidere quali opere finanziare in Piemonte, ma spetterà alla Regione indicare le priorità”. “Il Ministero – spiega Cirio – ha riconosciuto alla Regione un ruolo attivo nel definire l’aggiornamento del contratto di programma Anas 2016-2020 e nella delicata trattativa del rinnovo delle concessioni autostradali in scadenza. In quelle sedi potremo contrattare e far finanziare le opere strategiche”. Ed ecco di seguito i principali nodi che sono stati affrontati. ASTI-CUNEO. Cirio ha sottolineato che non è accettabile un’ulteriore ritardo nella partenza del cantiere, prevista entro l’estate, e ha chiesto di inserire l’opera all’ordine del giorno del Cipe del 24 luglio. Il Ministero che ha sottolineato di aver proseguito con l’iter procedurale, tanto che le attività di esproprio dei terreni sono già in corso. COLLE DEL TENDA. La Regione ha ribadito la necessità che i lavori riprendano in settembre, come da nuovo cronoprogramma. Il Ministero ha confermato la previsione e fissato il 19 settembre la prima riunione di monitoraggio dell’avanzamento del cantiere. PEDEMONTANA. Stanziamenti confermati. Ma di fronte all’ennesimo blocco, la Regione ha voluto approfondire i reali ostacoli, appurando che mancano i pareri del Ministero dell’Ambiente e dei Beni Culturali. Si è quindi attivata per incontrare nei prossimi giorni i funzionari competenti. STATALE 34 DEL LAGO MAGGIORE. La Regione ha ottenuto conferma dal Ministero della disponibilità nel 2019 dei 25 milioni necessari alla messa in sicurezza. Gli appalti in autunno. METRO TORINO. La Regione ha verificato la conferma delle risorse per il completamento della linea 1 e per il progetto di fattibilità della linea 2. NODI FERROVIARI DI TORINO E NOVARA. Al sicuro i finanziamenti per Torino, in particolare i 70 milioni per il tunnel di collegamento Porta Nuova-Porta Susa. Analoga certezza per i 98 milioni destinati a Novara, che permetteranno di superare i problemi della stazione centrale, separando viaggiatori e merci. TERZO VALICO. Confermato il rispetto del cronoprogramma. La Regione ha presentato la richiesta di Novi Ligure di modificare il tracciato per escludere il centro abitato. Il Ministero ha rimarcato la delicatezza di modificare un accordo già raggiunto, ma ha assicurato che affronterà la questione.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

TORINO. Sequestra connazionale per vecchio debito, arrestato cinese

Ha attirato nella sua abitazione di Torino, in via Cesare Balbo, un 19enne cinese e …

TORINO. Thyssen: Appendino, inaccettabile giustizia ancora negata

“Oggi il diritto alla giustizia è ancora negato e questo è inaccettabile”. A dirlo, alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *