Home / Piemonte / TORINO. Inchiesta riciclaggio, Gattuso respinge le accuse
gennaro gattuso

TORINO. Inchiesta riciclaggio, Gattuso respinge le accuse

Ha negato ogni coinvolgimento in episodi illeciti l’allenatore del Milan, Gennaro Ivan Gattuso, nel corso dell’interrogatorio che oggi ha sostenuto in procura a Torino nell’ambito di un’inchiesta per trasferimento fraudolento di valori. Gattuso era accompagnato dagli avvocati Alberto Vercelli e Giovanni Battista Policastri. L’audizione è durata più di due ore. Davanti al pm Ruggero Mauro Crupi e al comandante del Nucleo investigativo dei carabinieri, Andrea Caputo, l’ex calciatore rossonero e della nazionale ha risposto alle domande per più di due ore ripercorrendo i suoi legami con Pasquale Motta, un imprenditore calabrese – sospettato di essere in contatto con le cosche della ‘ndrangheta – finito al centro di un’inchiesta per riciclaggio. I due si sono conosciuti nel 2011, quando l’imprenditore Motta ha cominciato a frequentare la pescheria “Gattuso e Bianchi” a Gallarate (Varese) facendo acquisti di valore e presentandosi con auto fuoriserie. Secondo quanto riferito dall’allenatore milanista, Motta ha ottenuto la sua fiducia in un momento di difficoltà di salute e a quel punto, davanti alla proposta di investire in un’azienda agricola, la “Cascina Tre Olmi” di cui Motta era l’amministratore di fatto, ‘Ringhio’ ha ritenuto che potesse essere utile per le sue attività nella ristorazione, ragione per cui ha acquistato una quota del 35 per cento. In seguito Gattuso avrebbe appreso che Motta non pagava i fornitori e ha quindi deciso di prendere le distanze da lui per poi uscire dalla società alla fine del 2013.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

maltempo

TORINO. Temporali, scatta l’allerta gialla nel Torinese

Temporali in arrivo. Su tutto il territorio della Città Metropolitana – informa l’ente – il …

TORINO. Trentenne annega in laghetto alla periferia di Torino

Un uomo di 34 anni è morto annegato a Torino nel lago Bechis, uno specchio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *