Home / Piemonte / TORINO. In vendita stampelle difettose, maxi-sequestro Gdf

TORINO. In vendita stampelle difettose, maxi-sequestro Gdf

Oltre 6.000 dispositivi ortopedici, tra cui migliaia di stampelle, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Torino nel corso di una vasta operazione coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo piemontese.
Le stampelle, importate dalla Spagna ma prodotte in Cina, erano fabbricate in semplice lamierino e – come appurato dai Baschi Verdi del Gruppo Torino – non reggevano alle prove di sforzo o di resistenza, piegandosi.
Il produttore degli articoli, tra l’altro, per scongiurare i controlli doganali sulla documentazione relativa all’importazione delle stampelle ortopediche, le aveva indicate con il termine ‘bastone da passeggio’.
L’operazione della Guardia di Finanza di Torino è nata pochi giorni fa, con il sequestro di centinaia di dispositivi medici in un mega-store di Largo Giachino nel capoluogo torinese. Le successive indagini hanno portato i finanzieri a Monza, dove presso un importante distributore, sono stati trovati, oltre ai dispositivi medici difettosi, migliaia di giocattoli pronti per essere venduti in vista delle festività natalizie. Il sequestro ammonta a oltre 23 milioni di articoli. Gli imprenditori, tutti cinesi, sono stati denunciati alla Procura. Numerosi i reati a loro carico: frode in commercio, false certificazioni di conformità, sicurezza giocattoli. Contestata, inoltre, anche l’apposizione della bandiera italiana sugli imballi quale claims promozionale sull’italianità dei prodotti, di fatto di origine cinese.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Polizia

TORINO. Richiedente asilo rincorre e fa arrestare scippatore

Un richiedente asilo, in Italia per le cure del figlio malato, ha rincorso e bloccato …

TORINO. Riso e farine con insetti, chiuso ristorante cinese

Carne, pesce e piatti tipici della cucina cinese come involtini primavera e ravioli ripieni conservati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *