Home / Piemonte / TORINO. Festa Unità, si progetta alternativa a giunta M5s

TORINO. Festa Unità, si progetta alternativa a giunta M5s

Sedici giorni di appuntamenti con trecento ospiti, il tutto organizzato da oltre 250 volontari, che sono al lavoro dal 14 agosto: in estrema sintesi sarà così la festa dell’Unità di Torino, quest’anno ‘plastic free’, al via oggi nell’ormai tradizionale sede di corso Grosseto 183. Messa a punto quando la situazione politica ben era diversa dall’attuale, prevede 16 giorni di forum, veri e propri gruppi di lavoro aperti ai militanti per la messa a punto della “alternativa all’amministrazione disastrosa di Chiara Appendino”, progetto al quale il segretario provinciale Mimmo Carretta ha annunciato di tenere molto. La presentazione oggi, anche con il responsabile organizzativo Saverio Mazza e il tesoriere Gioacchino Cuntrò. “Sarà una festa particolare – ha rimarcato Carretta – proprio per l’eco che arriva da Roma. Al riguardo sono perplesso, ma non voglio entrare nel merito dell’accordo. Ci deve piuttosto rendere orgogliosi l’unità che il partito ha dimostrato in questo frangente. Non accadeva da anni ed è straordinario”. “Ma Torino – ha osservato – non è Roma. Qui la situazione è diversa. Possiamo moderare i toni, ma la sostanza non cambia: Appendino ha prodotto disastri e noi intendiamo proseguire la nostra opposizione seria e responsabile, e lavorare per costruire una alternativa in vista delle urne nel 2021”. La novità della festa è infatti il ciclo di incontri quotidiani ‘Parlo anch’io’. “Attraverso una ‘call to action – ha spiegato Mazza – ogni pomeriggio alle 18 metteremo in competizione idee, proposte e riflessioni di militanti, associazioni e comitati. Obiettivo, costruire l’idea di città che hanno in mente i torinesi”. Salvo variazioni di programma legate alla nascita del nuovo governo, alla festa torinese arriveranno Maurizio Martina il 5 settembre, Maria Elena Boschi il 6, Roberto Giachetti il 9, e il vicesegretario nazionale Andrea Orlando il 10. L’11 è in calendario un ricordo di Enrico Berlinguer a 35 anni dalla morte che vedrà Walter Veltroni in dialogo con monsignor Luigi Bettazzi. Nello stesso giorno è atteso anche il capogruppo alla Camera, Graziano del Rio. Il 12 settembre sarà la volta di Marco Minniti, mentre la chiusura serale di sabato 14 settembre è affidata al segretario Nicola Zingaretti.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Exor Agnelli

TORINO. Exor, 3,6 mld per acquisizioni. Sguardo all’Asia

Exor, la holding del gruppo Agnelli, nel 2022 avrà in cassa 3,6 miliardi di euro. …

TORINO. Fca: Elkann,Gm non preoccupa,intesa con Psa entro l’anno

L’azione legale di General Motors non preoccupa Fca che procede spedita verso la fusione con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *