Home / Piemonte / Torino / TORINO. Famiglie tornano a spendere in vacanze e in cultura
Aereo
Aereo

TORINO. Famiglie tornano a spendere in vacanze e in cultura

Il carrello delle famiglie torinesi è più ricco, con un aumento della spesa anche nei settori che in passato avevano mostrato più sofferenza come vacanze, pasti fuori casa, cultura e tempo libero. Lo rivela l’indagine sulle spese delle famiglie torinesi, realizzato dalla Camera di Commercio di Torino. In particolare le famiglie spendono circa 101 euro al mese per le vacanze, 77 euro per i pasti fuori casa e 120 euro (17 in più del 2016) per attività culturali, sportive e tempo libero.
I consumi, “tornati a livelli pre crisi secondo il presidente della Camera di Commercio, Vincenzo Ilotte, raggiungono in  media nel 2017 i 2.535 euro, il 3,2% in più dell’anno precedente, secondo valore più alto degli ultimi dieci anni: l’aumento è del 3% per le spese alimentari (15,4% del totale) con la carne che rappresenta il 21,8%, mentre per quelle non alimentari (84,6%) l’incremento è del 3,3% e la prima voce si conferma l’abitazione.
Il 44,6% delle famiglie torinesi è riuscito a risparmiare una parte del reddito mensile, “mentre diminuisce – sottolinea Ilotte -il numero dei grandi risparmiatori capaci di mettere da parte oltre il 20% del reddito familiare.”.

La spesa per il welfare – se si raggruppano salute, istruzione, cultura, tempo libero e assistenza – raggiunge i 292 euro mensili, in linea con quanto registrato nel 2016, a causa del calo delle risorse destinate a servizi domestici, asili nido e baby sitter.
Cresce il ricorso dei beni di seconda mano, acquistati dal 49,4% delle famiglie torinesi a fronte del 38% del 2016. Il 74,5% ha comprato almeno qualche volta prodotti biologici, il 49,4% quelli del commercio equo e solidale. Più della metà delle famiglie predilige super e ipermercati o hard discount, mentre è in calo la scelta del negozio tradizionale.
Il web è utilizzato dal 39,3% delle famiglie torinesi almeno una volta al mese (35,8% l’anno scorso): tra coloro che ricorrono all’e-commerce cresce, rispetto al 2016, la quota delle persone con età tra i 40 e 65 anni.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

LANZO – La cultura più forte della pandemia, nuova maratona letteraria per il 25 settembre

Riprende, con la maratona letteraria di venerdì 25 settembre, l’impegno della Biblioteca civica di Lanzo …

Lanzo – Cassa integrazione, sì fino a 18 settimane, ma restano non poche incertezze interpretative

La ripartenza del sistema economico dopo il lungo lockdown stenta a decollare, soprattutto nelle aree …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *