Home / Piemonte / TORINO. Falsi gadget di squadre calcio e artisti, maxi sequestro
guardia di finanza
guardia di finanza

TORINO. Falsi gadget di squadre calcio e artisti, maxi sequestro

Falsi gadget di squadre di calcio e artisti italiani e stranieri pronti ad essere venduti in tutta Italia. La guardia di finanza di Torino ha smantellato una vera e propria rete della contraffazione, con un giro d’affari di qualche milione di euro. Oltre 200 mila gli articoli tolti dal mercato: venivano realizzati in cinque fabbriche, una delle quali completamente abusiva, che sono state poste sotto sequestro. Dodici le persone denunciate.

L’operazione ‘Hydra’, come è stata ribattezzata dalle fiamme gialle, è il risultato di una articolata attività investigativa condotta nel settore del merchandising sportivo e intensificatasi con la fine del campionato di calcio. Tra i capi d’abbigliamento e i gadget sequestrati, centinaia sono non a caso gli articoli contraffatti con il marchio della Juventus, che con la vittoria del campionato stavano per essere immessi sul mercato. Come le maglie con il numero e il nome dei calciatori più amati dal popolo bianconero, che erano state ordinate in vista degli imminenti festeggiamenti per la vittoria dello scudetto e per gli altri impegni internazionali della squadra torinese.

Il blitz, all’alba di questa mattina, nelle province di Bergamo, Lodi, Livorno, Como, Lecco, Rimini e Roma. Impegnati oltre 150 i finanzieri del Gruppo di Torino e di altri reparti territorialmente competenti, coordinati dal pm di Torino Alessandro Aghemo. Le perquisizioni hanno consentito di sequestrare anche 800 mila file e cliché di marchi registrati, 600 mila etichette e una novantina di macchinari industriali impiegati per la produzione del materiale illecito.

Articoli della Juventus, come di altre squadre di calcio italiane e straniere, ma anche magliette, felpe e altri gadget con marchi, nomi e immagini di importanti artisti italiani e stranieri. Da Fedez a Emis Killa, ma anche Vasco Rossi, Tiziano Ferro, Acdc e One Direction. Tutti pronti, o quasi, a far tappa con i rispettivi tour nei principali stadi e palazzetti sportivi d’Italia.

La produzione della merce contraffatta avveniva infatti sulla base della programmazione dei principali eventi sportivi o musicali, a seconda delle richieste del mercato. I 12 responsabili delle attività illecite sono stati denunciati per produzione e immissione in commercio di articoli contraffatti.

Tra questi anche un cittadino venezuelano irregolare, che è stato accompagnato presso il Cie di Torino.

 

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

COASSOLO. Un carnevale coi fiocchi!

Sabato 22 febbraio come di consueto si sono svolti nell’oratorio di San Pietro di Coassolo …

IVREA. Ivrea: festival di architettura dedicato a Olivetti

Il festival di architettura dedicato a Olivetti. L’amministrazione comunale di Ivrea intende dedicare ad Adriano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *