Home / Piemonte / TORINO. Crisi: Nova Coop, 2,7 mln valore prodotti alimentari donati
Novacoop
Novacoop

TORINO. Crisi: Nova Coop, 2,7 mln valore prodotti alimentari donati

Nova Coop ha destinato prodotti alimentari, non vendibili a causa di imballaggi danneggiati o prossimi alla scadenza, a 63 associazioni di volontariato del Piemonte che gestiscono mense sociali, per un valore superiore a 2,76 milioni di euro. In pratica 550 mila pasti. E’ un esempio concreto dell’azione a sostegno della comunità da parte di Nova Coop che ha presentato a Torino il bilancio di sostenibilità.

Oltre ad alleviare situazioni di disagio il progetto ‘Buon fine’ ha consentito di risparmiare all’ambiente 10.620 tonnellate di rifiuti e di ridurre l’impatto che lo smaltimento avrebbe comportato.

Numerose le iniziative sul versante dell’educazione al consumo consapevole: nel 2013 Nova Coop ha incontrato oltre 26 mila studenti per un totale di 343 scuole e 1.100 classi in 150 comuni. A queste attività si aggiungono quelle di informazione per gli adulti che hanno coinvolto circa 270.000 persone.

Sul fronte della solidarietà sono stati raccolti 350 mila articoli di cancelleria donati a famiglie bisognose, mentre con il progetto ‘Adotta una scuola’ Nova Coop ha finanziato 57 programmi con la somma totale di 170 mila euro per le scuole materne ed elementari pubbliche.

Per quanto riguarda il consumo energetico NOva Coop si è impegnata a ridurlo nel 2013 dell’8% grazie alla realizzazione e installazione di 14 impianti fotovoltaici.

“E’ ferma convinzione della nostra cooperativa – ha sottolineato il presidente Ernesto Dalle Rive – che le importanti entità economiche del territorio debbano assumere il ruolo di attori proattivi, capaci di operare responsabilmente e di farsi promotori delle istanze del territorio”.

Nova Coop opera in Piemonte con una rete di 17 ipermercati, 31 supermercati, 13 superstore con 4.700 dipendenti. La superficie di vendita complessiva è di circa 160 mila metri quadrati. Alla cooperativa sono iscritti 750 mila soci che contribuiscono al 71% delle vendite totali. Nel 2013 i ricavi sono stati pari a 1, 06 milioni di euro, mentre l’utile ammonta a 11,1 milioni.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

Lanzo – Cassa integrazione, sì fino a 18 settimane, ma restano non poche incertezze interpretative

La ripartenza del sistema economico dopo il lungo lockdown stenta a decollare, soprattutto nelle aree …

SETTIMO T.SE. Prelievo Fidas per giovedì 4 giugno solo con prenotazione

La sezione Fidas donatori sangue ha fissato per giovedì 4 giugno una raccolta di sangue …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *