Home / Piemonte / TORINO. Cnh: Iveco, 400 autocarri Euro6 all’esercito svizzero
Iveco
Iveco

TORINO. Cnh: Iveco, 400 autocarri Euro6 all’esercito svizzero

Iveco Defence Vehicles, società del gruppo Cnh Industrial dedicata alla produzione di veicoli speciali per la Difesa e la Protezione Civile, ha firmato un contratto con l’Esercito svizzero per la consegna di 400 autocarri pesanti tra il 2017 e il 2021. L’accordo è stato siglato ad Arbon, in Svizzera, presso il centro di Ricerca e Sviluppo per le tecnologie motoristiche di Fpt Industrial, consociata di Iveco Defence Vehicles all’interno del gruppo Cnh Industrial.
Si tratta dell’ordine iniziale di un contratto quadro che comprende la fornitura di una nuova flotta di veicoli tra il 2016 e il 2022. L’appalto è stato assegnato a Iveco Dv nel novembre 2015, dopo due anni di approfondite valutazioni di mercato e prove pratiche con diversi prototipi. Dopo quelli del 1996 e del 2006, questo è il terzo contratto quadro stipulato tra le due parti, a conferma di un rapporto di collaborazione consolidato tra l’Esercito svizzero e Iveco Dv, che rafforza la propria posizione di partner chiave nel settore.
“La commessa costituisce un’altra tappa importante nella nostra quasi trentennale collaborazione”, commenta Martin Sonderegger, Direttore Nazionale degli Armamenti in Svizzera.
“Progettare e realizzare veicoli costruiti sulle esigenze dei nostri clienti è sempre una sfida interessante per noi”, spiega Vincenzo Giannelli, president e ceo di Iveco Defence Vehicles.
“Il contratto con l’Esercito Svizzero rappresenta un’eccellente opportunità per proseguire con l’innovazione e la ricerca nel campo degli autocarri di nuova generazione”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

LANZO – Quei torcettini che conquistarono Mario Sodati

Storie di uomini che si intrecciano alla grande storia. Poteva essere questo il sottotitolo non …

LANZO – Riflessioni sulla pandemia dalle Valli di Lanzo

Sono le minoranze più rumorose, lo sappiamo bene, a farsi notare di più in ogni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *