Home / Piemonte / TORINO. Carabiniere processato: teste, ‘mi faceva paura’
Procura

TORINO. Carabiniere processato: teste, ‘mi faceva paura’

“Quel signore mi faceva paura”.
Così la proprietaria di un chiosco a Torino nel parco del Valentino, testimoniando in tribunale, si è riferita al sottufficiale dei carabinieri ora sotto processo per di alcuni episodi di abuso d’ufficio, truffa e falso. L’imputato è il luogotenente Filippo Cardillo, 54 anni, ex comandante della stazione di San Salvario.
La vicenda su cui ha testimoniato la donna comincia l’11 settembre 2016 – una domenica mattina – quando il militare fece mettere sotto sequestro urgente il chiosco in prossimità di una rassegna tenuta nel parco, il Salone del gusto. Nonostante il sequestro fosse stato annullato dalle autorità giudiziarie, i carabinieri tolsero i sigilli in ritardo, ragione per cui la donna lamentava un danno economico: “La denuncia – ha riferito ai giudici della terza sezione penale – non l’ho mai presentata.
Volevo chiudere questa storia. Il signore mi faceva paura. Non so perché mi ha fatto questo”.
Cardillo è difeso dall’avvocato Oliviero Dal Fiume. L’accusa è sostenuta dai pm Enrica Gabetta e Francesco Pelosi.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Porta Palazzo

TORINO. Comitati, abusivi in vecchia area mercato libero

Le Associazioni e comitati riuniti di Porta Palazzo, l’associazione Commercianti Balon, l’associazione Cortile del Maglio …

VERBANIA. ‘Streetfood’ fantasma, si indaga per truffa

Lo ‘Streetfood’ fantasma di Verbania arriva in procura. La polizia municipale ha consegnato alla magistratura …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *