Home / Piemonte / TORINO. Ambiente: Frediani (M5s), “a Givoletto ancora nessuna bonifica”
Frediani presenta in Regione un'interrogazione sulla questione relativa al materiale di scavo del tunnel del Tav
Francesca Frediani

TORINO. Ambiente: Frediani (M5s), “a Givoletto ancora nessuna bonifica”

“La Regione Piemonte dedica briciole di finanziamenti per le bonifiche e agisce con ritardi molto forti. Come nel caso della ex fonderia Lerifond Alluminio S.r.l di Givoletto in attesa da dieci anni dei fondi per la bonifica”. Lo sostiene Francesca Frediani, consigliere regionale del M5s, che in una nota spiega di aver presentato un’interrogazione in materia alla Giunta regionale.

Per il M5s si tratta di una “vera bomba ecologica a pochi passi dal torrente Gironda”. “Il curatore fallimentare – spiega Frediani – aveva evidenziato l’esigenza della messa in sicurezza dell’area in cui sono stati rinvenuti circa 40 mila tonnellate di materiali illegalmente stoccati e un grave fenomeno in atto di inquinamento dei suoli da idrocarburi in fase libera. L’area è iscritta nell’Anagrafe regionale dei Siti da Bonificare con una superficie contaminata di circa 14.100 mq”.

Nel 2006 la Regione ha finanziato la MISE (Messa In Sicurezza di Emergenza) nell’ambito del programma di bonifica dei siti contaminati, “ma da allora – dice Frediani – non è stato fatto                 più nulla a causa della mancanza di fondi sia comunali ma soprattutto Regionali. Nel 2015 Arpa Piemonte inoltre ha trasmesso una relazione nella quale ha evidenziato la necessità di provvedere ad interdire l’accesso all’area ed a smaltire al più presto i rifiuti”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

colle della maddalena

CUNEO. Maltempo: neve, chiuso ai tir il Colle della Maddalena

Colle della Maddalena chiuso ai mezzi pesanti. A causa delle condizioni meteorologiche avverse -neve – …

BIELLA. Giovane imprigionata in ponte sollevatore, strappato lo scalpo

Giovane imprigionata in ponte sollevatore, strappato lo scalpo. E’ rimasta impigliata con i capelli nell’ingranaggio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *