Home / Sport / Altri Sport / TIRO CON L’ARCO. I Campionati Europei di Mokrice Catez si concludono con 10 medaglie vinte dall’Italia

TIRO CON L’ARCO. I Campionati Europei di Mokrice Catez si concludono con 10 medaglie vinte dall’Italia

L’Italia per la terza edizione di fila chiude i Campionati Europei Campagna al primo posto del medagliere. A Mokrice-Catez, in Slovenia, gli azzurri vincono dieci medaglie (5 ori e 5 argenti) e si piazzano davanti alla selezione padrona di casa (3 ori, 2 bronzi) e alla Francia (2 ori, 2 argenti, 5 bronzi).
Dopo i due ori e l’argento delle squadre di ieri, oggi nell’individuale arrivano tre ori e quattro argenti individuale. Straordinaria la prova degli specialista dell’arco nudo Eric Esposito e Cinzia Noziglia entrambi campioni d’Europa Senior e titolo, tra gli Junior, anche per Eleonora Meloni. Sul secondo gradino del podio salgono Massimiliano Mandia (arco olimpico), Irene Franchini (compound), Jessica Tomasi (arco olimpico) e Gian Lorenzo Soldi (arco nudo Junior).

ORO PER ERIC ESPOSITO – L’arco nudo si conferma terra di conquista per l’Italia con Eric Esposito che vince il titolo europeo battendo il francese David Jackson 52-43. L’azzurro mette subito il turbo con i larghi successi 14-10 e 16-11 nelle prime due volée. L’unico passaggio a vuoto del nuovo campione è nel terzo set perso 11-9, una battuta d’arresto subito cancellata dal 13-11 ancora azzurro del quarto parziale.

TITOLO EUROPEO PER NOZIGLIA – Cinzia Noziglia è la nuova campionessa d’Europa dell’arco nudo. L’azzurra, portacolori anche delle Fiamme Oro, vince la finalissima 51-43 contro la francese Christine Gauthe confermandosi tra le migliori specialiste del mondo. La ligure ipoteca subito il successo doppiando nella prima volée l’avversaria (14-7) che prova la risalita con il 12-11 della seconda. Noziglia però si riporta avanti 13-9 e pur perdendo il parziale delle ultime tre frecce (15-13) si prende il titolo europeo.

MANDIA SECONDO – Niente da fare per Massimiliano Mandia che accarezza il titolo europeo ma deve poi arrendersi al francese Jean Charles Valladont in finale con il risultato di 59-54. Le prime tre frecce sono azzurre (16-13), poi però il transalpino mette il turbo e piazza due super parziali portati a casa per 17-16 e 17-11. Il gap tra i due arcieri adesso è alto e il timbro sulla finale arriva nel quarto set vinto ancora da Valladont 12-11.

FRANCHINI D’ARGENTO
 – Solo due punti dividono Irene Franchini dal titolo europeo compound. La pluridecorata arciere della Nazionale perde la finale contro la slovena Toja Ellison 68-66 al termine di una lunga battaglia. Il primo parziale è 17-17, poi la slovena mette la testa avanti con il 18-17 del secondo e controlla nel terzo (16-16). Le arciere arrivano divise da un punto a tre frecce dal termine ed è ancora Ellison a spuntarla con il risultato di 17-16.

ARGENTO TOMASI, REBAGLIATI QUARTA – Nell’arco olimpico femminile sale sul podio Jessica Tomasi sconfitta dalla francese Laurea Villard 52-44 nella finalissima. L’azzurra rimane sempre in partita ma non riesce mai ad avere il guizzo per superare l’avversaria che si prende tutti i parziali con i risultati di 15-12, 13-12, 13-10 e 11-10.
Sconfitta 56-50 per Chiara Rebagliati nella finale per il bronzo con Bryony Pitman conclusa 56-50. La savonese parte meglio (13-11) ma poi subisce la rimonta della britannica che vince tutte le altre volée (17-14, 13-12, 15-11).

MELONI CAMPIONESSA D’EUROPA JUNIOR – La prima finale individuale azzurra a Mokrice-Catez finisce in trionfo. Tra gli Junior dell’arco nudo l’oro va ad Eleonora Meloni che batte la svedese Olivia Elamsson e si prende il titolo continentale. La sfida vive sulla linea del pareggio per le prime due volée (15-15, 10-10), poi la scandinava passa (12-11) ma Meloni non si scoraggia, anzi esce alla distanza e vince il match con le ultime tre frecce (11-8). Per l’azzurrina è il secondo oro nella competizione dopo quello conquistato ieri con la squadra.

SOLDI D’ARGENTO, CARASSAI QUARTO – Doppia sconfitta nelle due finali Junior maschili dell’arco nudo conquistate dall’Italia. Gian Lorenzo Soldi non riesce ad imporsi contro lo svedese Sebastian Jannson bravo a prendersi l’oro con il risultato di 54-43. La sfida si mette subito bene per l’atleta gialloblu, il primo set finisce 15-10 e costringe l’azzurro a inseguire. La rimonta è difficilissima anche perché il livello delle prestazioni di Jansson non scende mai, a dimostrarlo ci sono i parziali, se il secondo finisce pari (13-13), gli altri sono tutti a suo favore (13-8 e 13-12).
Nella finale per il bronzo niente da fare per Alessandro Carassai battuto dal padrone di casa Gasper Bolcina 49-31. Lo sloveno si impone con una prova autoritaria portandosi a casa tutti i parziali con i risultati di 12-7, 13-12, 12-7, 12-5.

QUARTO POSTO PER SARA NOCETI – Giù dal podio dell’arco olimpico Junior per soli quattro punti Sara Noceti. L’azzurrina si arrende nella sfida per il bronzo alla francese Aurelie Autret con il risultato di 54-50. La transalpina costruisce il suo successo nelle prime due volée vinte 13-11 e 16-15. Noceti prova a risalire con il 13-12 del terzo ma non riesce nella rimonta bloccata nel quarto dal 13-11 ancora a favore di Autret.

SOFIA CACCIA GIU’ DAL PODIO  – Anche Sofia Caccia nel compound resta fuori dal podio perdendo la finale per il bronzo Junior 61-57 contro la svedese Caroline Kack. L’azzurrina parte meglio (17-16) ma viene poi rimontata e battuta con gli altri parziale tutti a favore della scandinava (14-13, 16-14, 15-13).

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Tennis Club Tescaro

TENNIS. Le competizioni a squadre invernali prenderanno il via nel 2021

La Federazione Italiana Tennis ha dato appuntamento al 9 gennaio 2021 per l’inizio delle tante …

Bagnaia

MOTOCICLISMO. Pecco Bagnaia si prepara per un 2021 da urlo con il team ufficiale Ducati

Francesco Bagnaia ha chiuso la sua seconda stagione in MotoGP con il Team Pramac al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *