Home / In provincia di Torino / TAVAGNASCO. Baite in affitto: il Comune ha indetto un’asta

TAVAGNASCO. Baite in affitto: il Comune ha indetto un’asta

L’Amministrazione Comunale di Tavagnasco con una deliberazione della Giunta Comunale, di qualche giorno fa, ha disposto di avviare le procedure per la concessione in affitto di baite di proprietà comunali.La gara si terrà il giorno 08 Aprile 2019 con inizio alle ore 16,00, nella Casa Comunale, dinanzi la commissione appositamente designata. Due le baite interessate dal provvedimento. La baita rustica in località “Piani” composta da due vani, bagno e un altro piccolo spazio. Per questa, l’importo a base d’asta, come canone d’affitto annuo, è di 600 euro. L’altro immobile, invece, si trova in località “Pianello” composto da una piccola cucina, servizio igienico, e 2 camere. Qui si parla di almeno 500 euro l’anno. Il contratto d’affitto avrà durata di anni cinque a decorrere dal 1 maggio del 2019 e fino al 30 aprile del 2024 con facoltà di rescissione del contratto, per entrambi le parti, entro il 31 Dicembre di ogni anno per gli anni successivi.Chi si assicurerà le baite sarà obbligato a provvedere, per tutta la durata del contratto, alla manutenzione ordinaria dell’immobile (compreso la sostituzione di eventuali vetri rotti o mancanti) e tenere in ordine e funzionanti scarichi e prese d’acqua, nonché mantenere la massima pulizia della stessa. Per quest’ultimo l’affittuario provvederà a proprie spese all’imbiancatura totale ed all’eventuale manutenzione ordinaria assicurandosi che tutto sia perfettamente funzionante. All’atto della stipula del contratto l’aggiudicatario, a garanzia degli impegni assunti, dovrà versare presso la tesoreria comunale, un importo pari ad una annualità del canone d’affitto.

Per le Baite in località Piani, e Pianello potranno essere garantite da parte del Comune, l’erogazione dell’acqua per uso agricolo.Inoltre l’aggiudicatario della baita in località “Piani” sarà tenuto, entro un mese dalla stipula, ad effettuare a proprie spese la voltura del contratto di erogazione dell’energia elettrica.L’inosservanza di tali disposizioni o di altre disposizioni regionali in materia di affitto di alpeggi comunali, comporta l’applicazione di una sanzione di importo da un minimo di 50 euro ad un massimo di 2mila euro ovvero fino alla rescissione del contratto in caso di recidiva o di violazione grave.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Arresto

MONCALIERI. Con tecnica ‘gomma bucata’ rubava borse e zaini, arrestato

Bucava le gomme delle auto parcheggiate vicino ai supermercati, alle filiali di banca e all’ufficio …

PIOSSASCO. Precipita con parapendio nel Torinese, salvo

Ha perso il controllo del parapendio che stava pilotando ed è precipitato in una boscaglia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *