Veronica Rossetti

di: Veronica Rossetti

Home / BLOG / STRAMBINO. Fiori, dolci e le note di violino per i cento anni di Maria

STRAMBINO. Fiori, dolci e le note di violino per i cento anni di Maria

Maria Formia ha compiuto cento anni il primo dicembre alla casa di riposo Ospedale Poveri Infermieri in via Ospedale 6 a Strambino. Data l’occasione, la casa di riposo ha organizzato una festa con una tavola di fiori e dolci per la festeggiata,invitando parenti e amici nonché tutto il personale del centro ed i rappresentanti della cooperativa di servizi socio-sanitari assistenziali ed educativi  Kursana che hanno animato la giornata con la musica, diffondendo allegria tra i presenti. Presenti il direttore del centro Ospedale Poveri Infermieri, Gianni Pistolese ed i sindaci Sonia Cambursano di Strambino e Marco Formia di Mazzè. Maria prima di ritirarsi nella casa di riposo ha vissuto a Mazzè: “È la seconda centenaria del nostro paese. Allora i nostri geni sono buoni” commenta ironico il sindaco Formia, onorato di presenziare alla festa. Maria Formia, ha vissuto diversi lutti durante la giovinezza perdendo il padre e la sorella, e poco tempo dopo la madre. La svolta nella sua vita, persa la famiglia d’origine, è stata la maternità e soprattutto il matrimonio, appena maggiorenne “Sono confusa ma felice. Non mi sarei mai aspettata di arrivare fino a qui! Quest’età per me è un traguardo. Ho sofferto tanto. Ma ho anche ricordi belli: quelli del mio matrimonio e di quando finita la guerra andavo a ballare divertendomi” commenta con il sorriso negli occhi, Maria.“Il segreto che voglio dare ai giovani è:siate sereni e non disperate. Pregate se necessario perché la fede è il sostegno più grande che un uomo può avere e chiedere”. Nonostante le sia mancata tragicamente anche la figlia minore di 33 anni non ha mai smesso di credere e avere speranza nella vita. I due figli rimasti, Candida e Tommaso Valle Biglia, le sono stati accanto tutto il tempo. Presenti anche le pronipoti che hanno letto una commovente poesia dedicata alla nonna, ringraziandola della sua presenza e della fortuna di poter ancora imparare qualcosa dalla sua esperienza.“È un onore avere come bis nonna una donna come lei che con la sua forza ha saputo andare oltre i momenti difficili e le amarezze che la vita le ha imposto” dice Alice portavoce delle nipoti. Altrettanto entusiasta, la sindaca Sonia Cambursano commenta: “Sono felice di poter festeggiare questo compleanno e di essere presente qui oggi. Sarebbe bello poter arrivare tutti a quell’età con gli occhi vispi come quelli di Maria”.

Commenti

Leggi anche

S.Lucia

S.Lucia Lucia non è il femminile di Lucius perché i due nomi hanno l’accento su …

IVREA. Denunciati tre cittadini albanesi per sequestro di persona

Personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato distaccato di P.S. di Ivrea e Banchette …