Home / BLOG / Strada Monviso e strada Colle del Lys al buio da un anno

Strada Monviso e strada Colle del Lys al buio da un anno

E’ da Luglio 2012, da più un anno, che vi è il totale spegnimento della pubblica illuminazione in strada Colle del Lys e nella rotatoria della torre pensile per Volpiano e il parziale spegnimento della pubblica illuminazione in strada Monviso, in un lungo tratto. In data 15 dicembre 2012 era stata presentata dal consigliere comunale dei Moderati per Brandizzo Simone Ricca una prima interrogazione in merito allo spegnimento dell’illuminazione pubblica in strada Monviso e strada Colle del Lys.L’amministrazione comunale aveva riferito che in alcuni punti di strada Monviso e strada Colle del Lys nel mese di luglio 2012 erano stati rubati i cavi elettrici. Queste due strade hanno un’importante funzione di arterie esterne, per evitare il passaggio dei veicoli nel centro città, per il collegamento da Settimo verso Volpiano, verso Chivasso e di collegamento con l’ingresso ed uscita dell’Autostrada A4 Torino-Milano.

Queste arterie stradali sono molto transitate e l’illuminazione pubblica è necessaria per la circolazione stradale, per la sicurezza e per l’incolumità di persone e cose. L’amministrazione nella risposta all’interrogazione aveva promesso di ripristinare l’illuminazione entro il mese di gennaio 2013: siamo arrivati a settembre e nulla è stato fatto. Nel consiglio comunale del 30 aprile scorso è stata presentata una seconda interrogazione all’attenzione dell’amministrazione comunale. Non è possibile attendere che l’assicurazione paghi il dovuto al comune per i danni e lasciare tutti i cittadini al buio per oltre un anno. 13 mesi di attesa nella speranza del ripristino dell’illuminazione pubblica in strada Monviso, strada Colle del Lys e nella rotatoria della torre pensile per Volpiano sono una vera e propria vergogna tutta italiana…tutta brandizzese. I brandizzesi ringraziano per i disservizi.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

I gatti.

Rispettare me stesso molte volte è saper dire di no senza aver paura di deludere …

Dal canterano al cifun!

Dal canterano al cifun! Oggi si parlava con l’amico aggregato alpino Mauro e Bruno delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *