Home / BLOG / Spizzicando Pinocchio.

Spizzicando Pinocchio.

Spizzicando Pinocchio.
In queste settimane sono stato a vedere il film Pinocchio con Roberto Benigni. Quello che mi ha colpito è la morale di questa fiaba senza tempo, una grande storia d’amore tra padre non di sangue ed il figlio che era un burattino. Il libro scritto da cui è stato tratto il film di Garrone è stato scritto da Carlo Collodi e non da Walt Disney, e guardando il film ci sono momenti nella vita in cui mi sento come Pinocchio solo e non ho neppure vicino il conforto di una Fata turchina, anzi alcune persone che incontro sono dei prototipi come Lucignono che distraggono e cercano di fami deviare dalla retta via. Oggi chi sono questi novelli Lucignoli? I ladri del tempo, ossia tutti coloro che rubano il mio e nostro tempo cercando di farci impantanare nelle sabbie mobili dell’inconsistente come le chat sui social o le inconcludenti dispute politiche a colpi di roboanti proclami sui social invece di fare qualcosa di concreto per tutti noi. Forse all’inizio il perdere tempo può sembrare anche piacevole, ma attenzione cosi rischiamo di finire nel virtuale “paese dei balocchi” dei social. Mi riferisco la rete dove si gira per ore senza combinare nulla, ma nell’elenco dei Lucignoli includo anche i tanti imbonitori televisivi che fanno perdere tempo e non fanno guadagnare nulla tanto meno sul piano morale. Pensati ai nostri attuali Mangiafuoco, manipolatori per antonomasia, ladri di speranza che promettono e mai mantengono. E poi quella straordinaria coppia di imbroglioni, sempre attuale del Gatto e della Volpe un premiato sodalizio che si riproduce nella vita come la gramigna e che infesta ogni realtà. O si è tremendamente ingenui o stupidi per dare retta a una coppia scomoda come quella del Gatto e la Volpe, eppure molti sono incapaci di prendere le distanze da promesse ormai superate e di intraprendere un personale percorso senza farsi influenzare e senza cadere nelle trappole. A differenza del tremendo Mangiafuoco, i due malandrini non usano mai l’aggressività ma circuiscono con delicatezza e continuità facendo cadere nella trappola l’ingenuo malcapitato che da gonzo è pronto a berle tutte. Attenzione al Gatto e la Volpe, sono vitali ed attivi più che mai. Se il libro di Pinocchio fosse stato pubblicato oggi qualcuno ne avrebbe messo in discussione la sua sincera prospettiva e probabilmente ne avrebbe malevolmente ridimensionato la grandezza, eppure Collodi racconta il comportamento umano e non può a lui essere minimamente rimproverato il fatto che la storia della vita continua a ripetersi sempre eguale a se stessa. La nostra coscienza, il Grillo parlante, ci avverte ed è sempre pronto a consigliarci nel migliore dei modi, eppure imperterriti spesso cadiamo nell’errore. A noi comunque resta sempre la scelta finale di ogni atto ma ricordiamoci che purtroppo non ci sarà al nostro una fatina pronta a rimediare ai nostri errori e alle nostre bugie.
Favria, 12.01.2020 Giorgio Cortese

Ogni giorno stiamo attenti a non confondere la morale con lo squallido moralismo che è roba da Gatto e la Volpe…

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

SAN MAURO. Donazioni plasma: basta autoemoteca

Se il buongiorno si vede dal mattino, per il gruppo Avis sarà un anno pieno …

SAN MAURO. “Alcune multe sono irregolari. Pronto il ricorso per annullarle”

Il nuovo semaforo all’incrocio tra Via Speranza e via Italia continua a mietere vittime. Ebbene,  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *