Home / BLOG / SPARONE-RIBARDONE. Censite le aree “del fuoco”

SPARONE-RIBARDONE. Censite le aree “del fuoco”

A distanza di qualche mese dagli incendi di fine ottobre, le amministrazioni di Ribordone e di Sparone hanno provveduto (la prima il 7 febbraio, l’altra il giorno successivo) ad approvare in sede di giunta il censimento delle “Aree percorse dal Fuoco”. E’ un adempimento previsto dalla Legge n. 353 del 2000, la “Legge Quadro in materia di incendi boschivi”  che introdusse per tali aree tutta una serie di divieti. Le zone  boscate ed i pascoli colpiti da un incendio non potranno mutare destinazione d’uso per almeno 15 anni  salvo che vi si debbano costruire opere pubbliche necessarie alla salvaguardia della pubblica incolumità o dell’ambiente. Per 10 anni non sarà possibile costruirvi edifici destinati ad usi civili o produttivi tranne nei casi in cui l’autorizzazione fosse stata già rilasciata. Per 5 anni saranno vietate le attività di rimboschimento e di ingegneria ambientale sostenute con risorse pubbliche salvo che si tratti di aree protette o di documentate situazioni di dissesto idrogeologico. Vietati infine per 10 anni il pascolo e la caccia.

Data la natura delle aree coinvolte, dove gli appetiti edilizi sono improbabili, il divieto che può dare fastidio – purché lo si rispetti – è quello di pascolare il bestiame e di andare a caccia. Il che non toglie che molti avessero alzato il dito in direzione dei cacciatori (accusandoli di aver appiccato il fuoco per poter attendere al varco gli animali in fuga) e degli allevatori (per certi aspetti il suolo viene ritenuto più fertile se è stato attraversato dalle fiamme).

Il Servizio Tecnico dei Comuni ha provveduto ad istituire il Catasto delle Aree percorse dal Fuoco basandosi sui rilievi eseguiti dai Carabinieri Forestali della Stazione di Pont. Come stabilisce la citata legge del 2000, il catasto va aggiornato tutti gli anni e tutti gli anni questo aggiornamento deve passare al vaglio del consiglio comunale prima dell’approvazione del Bilancio. Di solito si tratta di una mera formalità: quest’anno non sarà così.

Commenti

Blogger: Caterina Ceresa

Caterina Ceresa
Autore e collaboratore de La Voce del Canavese nell'alto Canavese

Leggi anche

Incidente stradale

BRANDIZZO. Muore in un incidente in moto in Alta Provenza

Un 36enne di Brandizzo è morto in un incidente in una strada in Alta Provenza …

IVREA. Dalla giunta del cambiamento alla giunta demo-pluto-giudaico massonica

Quando le voci cominciano a rincorrersi, insieme ai sorrisetti e ai mugugni qualcosa sotto c’è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *