Home / In provincia di Torino / SPARONE. Per riqualificare il centro storico l’amministrazione stanzia 150 mila euro
Municipio Sparone

SPARONE. Per riqualificare il centro storico l’amministrazione stanzia 150 mila euro

Il Comune di Sparone intende Riqualificare il centro storico, Via Roma e Piazza del Ponte, stanziando a tal fine una somma di 150.000 euro.

L’incarico di redarre il progetto (Preliminare, Definitivo, Esecutivo) è stato affidato con determina della Responsabile del Servizio Tecnico all’architetto Diego Dassetto di Brandizzo, che ha richiesto un corrispettivo di euro 4.500,47 oltre al contributo previdenziale ed all’IVA (5.710,20 in totale) a fronte di un importo lavori preventivato in 120.000 euro. La procedura adottata è stata quella della Lettera d’Invito, non essendo necessaria una gara d’appalto, dal momento che si trattava di un incarico professionale comportante una spesa inferiore ai  40.000 euro. Alla gara erano stati invitati 9 professionisti, sette di quali avevano fatto pervenire la propria offerta segreta entro la data stabilita del 7 giugno scorso.

L’offerta dell’architetto Dassetto non è la più bassa come importo dei lavori – la sua è di 120.000 euro mentre altri due colleghi avevano proposto cifre inferiori – ma è quella che comporta una minor spesa per l’incarico di redarre il progetto: 4.500 euro, come già detto. La percentuale rispetto al totale è del 3,80% contro il 4,20% della seconda miglior offerta e contro il 14,20% dell’offerta più costosa come progettazione (15.000 euro) e più economica come importo lavori (106.000 euro).

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SAN BENIGNO. Incidente lungo la Provinciale 40, morto un centauro

Un motociclista di 38 anni di Volpiano è morto oggi pomeriggio lungo la Provinciale 40. …

Arresto

IVREA. Violenza sulle donne, botte all’ex compagna, arrestato

Un uomo di 51 anni di Ivrea è stato arrestato, ieri in tarda serata, dalla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *