Home / BLOG / SPARONE. Maltempo: ma quanto ci costa?
una immagine degli incendi dello scorso ottobre

SPARONE. Maltempo: ma quanto ci costa?

Gli eventi meteorologici di questa stagione autunnale ed invernale, caratterizzata in particolare da venti di frequenza inconsueta e di inusitata violenza, continuano a provocare danni nelle vallate canavesane.  A Sparone il vento aveva favorito  gli incendi di fine ottobre; nella notte fra il 12 ed il 13 novembre aveva abbattuto due alberi nel parco-giochi di Via Giotto; fra l’8 ed il 9 gennaio aveva provocato danni al cimitero (costringendo il sindaco a chiuderlo); il 21 gennaio ha nuovamente infierito sul cimitero e sull’edificio delle Scuole Vecchie, situato in Piazza San Giacomo, al centro del paese.

Per quanto riguarda il cimitero, se all’inizio del mese erano state danneggiate le tombe poste a monte, questa volta ad essere colpite sono state quelle a valle. Con un’ordinanza del 22 gennaio è stato chiuso nuovamente. Sarà infatti necessario “rimuovere le opere rimaste sulle edicole funerarie in equilibrio precario e le lastre di lamiera, pietrame, legname precipitate al suolo, al fine di mettere in scurezza l’area” nonché provvedere ad “opere di pronto intervento per evitare ulteriori danneggiamenti alle edicole funerarie stesse, mediante copertura provvisoria  con materiali impermeabili”. Era appena stato affidato al geometra Cola l’incarico di effettuare una perizia per la stima dei danni precedenti che già si rende necessario rimediare ai nuovi problemi.

E veniamo alle “Scuole Vecchie”. Come si legge nella determina di affidamento dei lavori “il forte vento ha divelto parte del canale di gronda, che è rimasto in equilibrio precario con pericolo di crollo sulla sottostante piazza”.

Il giorno successivo si è pertanto richiesto “nelle vie brevi” un preventivo alla ditta “Vitton Mea Impianti tecnologici” di Locana per rimuovere il canale di gronda danneggiato e sostituirlo con uno nuovo: il costo dell’intervento è stato calcolato in 1.443 euro + IVA per un totale di 1.760,46. 

Nel frattempo gli uffici comunali hanno provveduto a liquidare alla ditta Paolo Martinelli di Sparone la fattura relativa al ripristino della recinzione del parco-giochi, che ammonta ad 854 euro (ovvero 700 + IVA), trasmettendola poi all’Allianz Assicurazioni di Rivarolo.

A risarcire tutti questi danni provvederanno le assicurazioni ma nel frattempo è il Comune a dover anticipare i soldi.

Commenti

Blogger: Caterina Ceresa

Caterina Ceresa
Autore e collaboratore de La Voce del Canavese nell'alto Canavese

Leggi anche

IVREA. E adesso parla Cimadom: “Manital non è in perdita!” (intervista)

C’è un’azienda. Si chiama Manital. Ha i bilanci in ordine ma non riesce a pagare …

CHIVASSO. Luca Garritano, artigiano orafo a cavallo fra tradizione e innovazione

Nell’era della tecnologia e del virtuale, dove si sta sempre più perdendo il contatto con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *