Home / BLOG / Smaltire l’usbergo con canglore!

Smaltire l’usbergo con canglore!

Smaltire l’usbergo con canglore!
Certe persone devono sempre fare rumore per attirare l’attenzione anche quando sbrigano delle normali incombenze. Già la parola smaltire deriva dal gotico smaltjan, fondere. Oggi smaltire significa digerire, far passare, sbrigare; eliminare, far defluire, scaricare. Non trovate che sia una parola versatile ricca di significati che partono da immagini semplici e incisive. Certo si può smaltire il pranzo o smaltire una sbronza, così come si può smaltire il lavoro arretrato, il mucchio di rifiuti speciali, il traffico, ws è chiaro che il concetto è quello di ridurre, neutralizzare. Ma ciò che si smaltisce non viene eliminato ma piuttosto viene trasformato. L’immagine di base dello smaltire è il fondere come nel significato dell’originaria parola gotica. Tornando ai personaggi egocentrici dell’inizio, queste persone sembra che indossino durante la giornata una armatura per nascondere il loro animo, un usbergo. La parola usbergo significa armatura in maglie o lamine metalliche in uso nel Basso Medioevo, una corazza di difesa e protezione. Usbergo deriva dalla voce francone halsberg, protezione del collo. Questo tipo di armatura, l’usbergo, un camicione a maglie o lamine di metallo è giunto a noi nonostante ci fossero altre armature molto più sofisticate, ed ha acquisito il significato generico di armatura, corazza.. Dante lo cita nel XXVIII canto dell’Inferno:”..La buona compagnia che l’uom francheggia/ sotto l’asbergo del sentirsi pura”. Con l’usbergo si può parlare di chi usa il suo potere in modo abusivo sentendosi forte dell’usbergo di amicizie altolocate, e contro di loro si scaglia la verità con canglore. Il canglore è il rumore metallico forte e acuto, parola che deriva dal latino clangor, derivato di clàngere, gridare, squillare, dalla stessa radice di clamare ‘gridare, schiamazzare ed affine al greco claggé, squillo, strido, Il clangere latino aveva un significato ampio e asciutto, un fare risuonare trombe che squillano, per gazzarre d’uccelli, o schiamazzi di persone. Ora, il clangore di questi personaggi che definirei nullus non è più il clangor latino. meno vera. anche se il clangore non si riduce al suono che rendiamo per iscritto come ‘clang’, insomma un rumore DI metalli come il loro cuore caldo ma freddo e calcolatore e senza umanità
Favria, 9.08.2019 Giorgio Cortese

Vieni oggi a donare venerdì 9 agosto a Favria ore 8-11,20 cortile interno del Comune, abbiamo bisogno di Te! Ps grazie se fai passa parola ed inviti più persone. Requisiti minimi per donare godere di buona salute, età tra i 18- 60 anni peso minimo kg50. Per info cell. 3331714827

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

Temistocle!

Temistocle! Una mattina presto di questa calda estate, mi sono seduto in una panchina del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *