Home / Dai Comuni / SETTIMO VITTONE. Appello a differenziare meglio
Il sindaco Sabrina Noro

SETTIMO VITTONE. Appello a differenziare meglio

La raccolta differenziata va fatta meglio, altrimenti le bollette aumenteranno”. Questo, in sintesi, il messaggio che il sindaco, Sabrina Noro, ha inviato ai suoi concittadini qualche giorno per invitarli ad impegnarsi di più. Un messaggio che ricalca quanto scritto, qualche giorno fa, dalla collega di Montalto Dora, Rita Ippolito.

Un “richiamo” che arriva dopo alcune segnalazioni giunte direttamente dalla società che si occupa della raccolta differenziata nella maggior parte dell’area canavesana.

La Società Canavesana Servizi, infatti, durante i periodici controlli delle Campane “Azzurre” per lo smaltimento degli imballaggi di plastica, alluminio e materiale ferroso ha riscontrato una rilevante presenza di rifiuti organici, verde e sfalci, carta, tutti materiali che pregiudicano la qualità della plastica destinata al riciclo.

Una serie di rifiuti, in più, che non dovrebbero esserci.

Quando le impurità della plastica raccolta superano il 22% in peso – spiega il sindaco -, il Consorzio Nazionale non eroga più contributi a favore dei Comuni, contributi che sono sempre serviti per contenere i costi dei servizi”.

E quindi, se i cittadini, dovessero continuare a differenziare male potrebbe arrivare un aumento in bolletta.

Se tale situazione dovesse protrarsi, si verificherà un aumento della tassa raccolta rifiuti. I cittadini sono caldamente invitati ad aumentare la raccolta differenziata per: rispettare l’ambiente, contenere i costi e non incorrere in sanzioni”.

L’amministrazione darà ancora informazioni in merito dopo i report previsti per le prossime settimane.

Se nulla dovesse cambiare, i problemi relativi alla raccolta differenziata, alle (troppe) impurità presenti nei rifiuti potrebbero ricadere, ancora, sulle tasche dei cittadini.

Se, invece, i cittadini, dovessero iniziare a differenziare meglio, forse, potrebbero evitare l’aumento in bolletta.

Commenti

Blogger: Mattia Aimola

Mattia Aimola
Senza peli sulla penna

Leggi anche

IVREA. Dall’altra parte del muro

“Il grado di civiltà di un Paese si misura osservando la condizione delle sue carceri” …

Prima dell’algoritmo

Leggo, direttore, che il giornale compie 20 anni. E i ricordi animano la mia mano, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *