Home / In provincia di Torino / SETTIMO TORINESE. Via ai lavori per la “sorgente di vapore” sotterranea
Giorgio Zigiotto (a destra) con altri residenti della zona vicino ai vapori del teleriscaldamento

SETTIMO TORINESE. Via ai lavori per la “sorgente di vapore” sotterranea

La porzione di asfalto da cui escono vapori del teleriscaldamento è stata asportata dagli escavatori per cercare di risolvere il problema della fuoriuscita dei vapori di acqua calda in via Cascina Nuova, angolo corso Piemonte.  E’ la terza volta che le aziende gestori del teleriscaldamento, prima Pianeta, poi Riesco ed infine Engie, mettono mano a quella tubatura. La prima segnalazione risale al 2015, grazie all’interessamento di Giorgio Zigiotto e di Massimo Zampirolo. I due settimesi avevano anche misurato la temperatura dei tombini: alcuni raggiungevano quota 98 °C in pieno inverno. Una dispersione di calore inutile, oltre a creare disagio agli automobilisti e ai residenti della zona. Da alcuni giorni, i lavori sono ricominciati per tentare di mettere fine a questa anomalia.

Sei arrivato fin qui

Oramai un numero sempre più grande di cittadini si informa attraverso la rete, senza dover pagare nulla. La verità è che fare informazione e farla bene, essere liberi e indipendenti, ha un costo e non sempre della “rete” ci si può fidare. Se ci leggi e ti piace quello che noi scriviamo puoi aiutarci a continuare a fare il nostro lavoro per il prezzo di un caffè alla settimana. E se credi che l’informazioni sia anche uno strumento di libertà puoi aiutarci come “sostenitore” abbonandoti a “La Voce Più”.

Infinitamente grazie,
Liborio La Mattina
Direttore Responsabile La Voce

Blogger: Sandro Venturini

Sandro Venturini
La chimica delle parole

Leggi anche

NOLE. L Nóst Pais, da 25 anni per la tradizione

Da 25 anni l’Associazione ‘L Nóst Pais lavora sul territorio nolese cercando di mantenerne le …

SAN MAURIZIO. Materiali inquinanti nel terreno del depuratore? Biavati è tranquillo…

Ci sono dei materiali inquinanti nel terreno che il depuratore di Ceretta dovrà attraversare una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *