Home / BLOG / SETTIMO TORINESE: Si fa presto a dire donna

SETTIMO TORINESE: Si fa presto a dire donna

Si fa presto a dire donna.

Martedì 20 marzo si è svolta, presso il ristorante La Suoneria, via Partigiani 4, Settimo T.se, una conviviale rotariana sull’universo femminile e sui suoi archetipi.  L’esperta di questo argomento è stata la dott.ssa Simona Ramello Paia, psicologa, psicoterapeuta e sessuologa transazionale, nonché socia Rotary del club di Gattinara.

A darle il benvenuto e a presentarla ai soci settimesi ci ha pensato Carmelo Velardo, presidente del Rotary Settimo, che ha messo in evidenza come sia importante pensare al mondo femminile e ai suoi modelli relazionali come una controparte speculare, ma non meno importante, del mondo maschile con cui ha una stretta interdipendenza. Carmelo Velardo ha rassicurato, mogli e mariti, che a breve si svolgerà una conviviale nella quale si approfondiranno naturalmente anche gli archetipi maschili.La dottoressa è salita sul palco è ha iniziato a spiegare che gli archetipi, secondo la teoria di Jean S. Bolen, non sono altro che dei modelli, dei modi di comportamento, di percezione e di reazione determinati dal mondo interno e che sono contenuti nell’inconscio collettivo, condiviso e universale. Questi modi di essere emergono nelle relazioni e possono essere letti in tutti i rapporti con l’altro, da quello con i genitori a quello con i figli, dalle relazioni sentimentali a quelle sessuali, ma soprattutto questi modelli percorrono tutte le fasi della vita di una donna.

“La Bolen ha identificato sette archetipi femminili- ha sottolineato la dott.ssa Simona Ramello Paia– che prendono il nome dalle divinità femminili greche e si dividono in: le Dee Vergini (Artemide, Atena, Estia), le Dee Vulnerabili (Era, Demetra, Persefone) e la Dea Alchemica (Afrodite). Ogni Dea, ogni archetipo, ha caratteristiche precipue che lo differenzia sostanzialmente dagli altri”.

Un sunto degli archetipi esemplificativo, ma non esaustivo: Artemide è indipendente e autodeterminata, Atena è saggia e razionale, Estia ama la solitudine e il silenzio, Era è possessiva e gelosa, Demetra è accudente e ansiosa, Persefone è la fanciulla e la bambina della mamma.

L’ultimo archetipo è Afrodite: tutta sensualità ed eros, spontanea seduttrice, creativa e volubile.

I sette archetipi sono come sette abiti che si indossano sin dalla nascita, ma che ognuna adatta al proprio corpo e che, ovviamente, variano il loro manifestarsi in base all’epoca storica e alla cultura di appartenenza30118229_10216054414220131_920457531_n

Una serata interessante dove ogni moglie ha potuto riconoscersi in uno dei sette archetipi e nella quale i soci uomini hanno appreso qualcosa in più sull’altra metà dell’universo.

A fine serata, Daniela Pastorino, del Rotaract, ha invitato i soci ad acquistare alcune confezioni di ovetti di cioccolato ricordando che il ricavato andrà, così come è avvenuto a novembre scorso con la vendita delle mele alla Fera dij Còj, al Service per le scuole settimesi con l’obiettivo di acquistare attrezzature e strumenti didattici.

Commenti

Blogger: Marco G. Dibenedetto

Marco G. Dibenedetto
DIBENEINSETTIMO

Leggi anche

La macelleria Bertinetto di Rivarolo Canavese

RIVAROLO. Così il virus ha stravolto le vite dei negozianti. Il racconto di Paola della macelleria Bertinetto

Paola De Iudicibus, 51 anni,  lavora da 15 anni col marito Ivo, 52 anni, titolare …

RIVAROLO. Con il Coronavirus a Rivarolo il commercio è “gentile”

Helen Ghirmu, 34 anni e assessore al Commercio della giunta rivarolese, dal 16 marzo dello …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *