Home / In provincia di Torino / Settimo Torinese: La scuola di via Moglia intitolata a Teresa Noce

Settimo Torinese: La scuola di via Moglia intitolata a Teresa Noce

Quasi sempre pronunciamo il nome delle scuole dei  nostri figli con sufficienza, a volte però chiedersi a chi appartengano quei nomi aiuterebbe a comprendere meglio la nostra storia.

Giovedì 17 maggio 2018 alle ore 18, presso il teatro Garybaldi, si è svolta la cerimonia di intitolazione della scuola dell’infanzia di via Moglia a Settimo T.se a Teresa Noce (1900-1980).

Erano presenti Fabrizio Puppo, Sindaco della Città di Settimo Torinese, Silvia Favetta, Assessore all’istruzione e alle pari opportunità, Nadia Conticelli, Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte e Presidente del Comitato Resistenza e Costituzione, Marcello Vitanza, Dirigente Istituto Comprensivo “Settimo III”, Elena Ruzza, attrice, e Gabriella Bordin, autrice con Elena Ruzza del testo teatrale “Figlia di tre madri”.

“Si parla sempre dei padri costituenti della Costituzione Italiana – ha esordito Elena Ruzza nel presentare la cerimonia – ma non si ricorda mai che, tra quei 552 deputati, c’erano 21 madri costituenti, di cui tre piemontesi. Una di quelle era Teresa Noce.”

“É fondamentale dedicare una scuola a una madre costituente – ha detto Nadia Conticelli -perché Teresa Noce, con le sue idee e insieme alle sue colleghe, ha influenzato in meglio la stesura della Costituzione. Se non ci fosse stata lei, loro, forse oggi avremmo meno diritti per tutte le donne”.

“Era il 1946, anno del Referendum Istituzionale e dell’inizio dei lavori dell’Assemblea Costituente della Repubblica Italiana,- ha sottolineato Silvia Favetta -ed è anche grazie alle donne presenti, tra cui Teresa Noce, che abbiamo quelle bellissime parole dell’articolo 3 della nostra Costituzione: tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso”.

“A Settimo – ha continuato Fabrizio Puppo – è da anni che stiamo cercando di intitolare scuole e strade a donne che hanno cambiato i l corso della storia. In una città come la nostra, in cui il rapporto nella toponomastica tra uomo e donna è di 20/1, sono lieto di intitolare questa scuola, sorta dove c’era un’acciaieria, a Teresa Noce”.

“Sapete una cosa – ha concluso i saluti istituzionali Marcello Vitanza – credo sia significativo dare il nome di scuola a una madre costituente, perché riprendendo una frase che un genitore una volta mi disse: quelli che hanno scritto la Costituzione non ci volevano fregare”.

Dopo i saluti è andata in scena una replica speciale dello spettacolo “Figlia di tre madri” con Elena Ruzza e l’orchestra musicale composta degli alunni della classe 2 E dell’indirizzo musicale della scuola media Gramsci diretti del maestro Flavio Rovera, e, tra i molti  spettatori, c’erano anche tutti i maestri di musica: Cecilia Lasagno e Cristina La Bruna (arpa), Elena Brino (flauto), Luisa Franchin (violoncello) e Titta Sanità (musica).

Al termine dello spettacolo, i partecipanti si sono incamminati verso la scuola dell’infanzia di via Moglia per svelare la targa commemorativa.

Commenti

Blogger: Marco G. Dibenedetto

Marco G. Dibenedetto
DIBENEINSETTIMO

Leggi anche

IVREA. No alla censura, CasaPound imbavaglia la statua di Ettore Perrone

Un bavaglio apposto dai militanti di CasaPound sulla statua di Ettore Perrone nel centro di …

BOLLENGO. Se il cinghiale passeggia tranquillamente nella via centrale del paese

Oramai siamo invasi dai cinghiali. L’alta sera, intorno alle 23, ce n’era una che tranquillamente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *