Home / In provincia di Torino / SETTIMO TORINESE. La discarica di Striscia fa parlare
La discarica settimese nel servizio di Striscia la Notizia

SETTIMO TORINESE. La discarica di Striscia fa parlare

Dopo il video andato in onda la scorsa settimana nel servizio “Spazza Tourin” su Striscia la Notizia, che immortalava le discariche abusive di Settimo, regalando in diretta nazionale un’immagine non certo lusinghiera della città, i settimesi si sono spaccati in due fazioni: quelli che ce l’hanno con l’amministrazione comunale e quelli, invece, che ammoniscono gli incivili che buttano i rifiuti per strada.

 

Inutile dire che hanno ragione entrambi. Se le persone non sporcassero l’amministrazione non dovrebbe pulire in continuazione alcune aree e se l’amministrazione pulisse al primo rifiuto che si trova a terra non si instaurerebbe un circolo vizioso di degrado urbano. Come sostiene la teoria sociologica della “finestra rotta” in cui si sostiene che l’esistenza di una finestra rotta potrebbe generare fenomeni di emulazione, portando qualcun altro a rompere un lampione o un idrante, dando così inizio ad una spirale di degrado urbano e sociale. Un po’ quello che succede con le discariche a cielo aperto sul nostro territorio: uno butta il televisore poi arriva un altro che si sbarazza del frigorifero e il terzo lascia come regalo un divano vecchio e così via, fino a raggiungere un’ammucchiata di rifiuti indistinti. Nonostante ci siano gli appositi centri in cui smaltirli.

 

L’amministrazione dal canto suo, per quanto riguarda l’area in questione nel servizio di Striscia, ha provato a mantenerla pulita ma, a quanto pare, non basta. “La zona è al confine con Torino. Non facciamo in tempo a pulirla che la sporcano di nuovo– spiega l’assessore Massimo Pace-, nonostante ci siano le telecamere. Abbiamo pulito non so quante volte. È una cosa senza senso. Sono anni che andiamo avanti così. Le videoregistrazioni hanno incastrato parecchie volte alcuni responsabili, ci sono anche delle indagini in corso, ma la situazione non cambia. Purtroppo dopo neanche sei mesi che eravamo andati a ripulire la zona sono tornati a scaricare rifiuti. È recidiva”. L’amministrazione spera che con il nuovo piano finanziario per la lotta alle discariche abusive la situazione migliori. “A fine mese, non appena verrà approvato, organizzeremo una conferenza stampa– continua Pace- in cui illustreremo il quadro di tutte le discariche abusive sul territorio da eliminare, gli interventi per delimitare lo spazio ed evitare che qualcuno incrementi i rifiuti in quelle aree, i dati delle denunce e molto altro. Non è possibile andare avanti così, abbiamo speso cifre da capogiro. Con questo nuovo piano, Seta dovrebbe riuscire ad intervenire tempestivamente in queste situazioni e così avremo una città più pulita. Anche se la situazione odierna è già migliore rispetto ad alcuni mesi fa, a parte il problema riscontrato nelle vacanze per il cambio dei passaggi di Seta che comunque è già rientrato”.

 

 

 

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SAN RAFFAELE. Furioso scontro in Consiglio tra il sindaco e Clara Marta

Nel consiglio comunale di mercoledì l’amministrazione ha approvato le ultime variazioni di bilancio. Provvedimento che …

CASTIGLIONE. In arrivo i fondi per riparare la strada di Cordova

Nel fine settimana scorso si sono verificate piogge forti sulla fascia nord-occidentale, sulla pianura torinese …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *