Home / In provincia di Torino / SETTIMO TORINESE. “Io ho pagato 4 mila euro e gli altri zero?!”
mencobello

SETTIMO TORINESE. “Io ho pagato 4 mila euro e gli altri zero?!”

Dal Russiagate al Settimogate è un attimo e, di mezzo, ci sono di nuovo i soldi della campagna elettorale della Lega. 

Ma com’è che io ho speso soldi – attacca Mencobello, consigliere leghista – e gli altri del mio partito niente?!”. 

In questi giorni, infatti, sul sito del Comune, come previsto dalla legge, stanno arrivando, alla spicciolata, tutti i dati relativi ai fondi investiti, per la propaganda, da consiglieri e assessori. 

Il riferimento di Mencobello è ai tre consiglieri della Lega: Manolo Maugeri, Antonio Borrini e Alessia Titanio che nelle loro dichiarazioni hanno scritto di aver speso “Zero euro”. 

Ed è proprio su questi tre che si è instaurata una polemica tutta interna al carroccio con il candidato sindaco, oggi capogruppo, Antonio Mencobello, piuttosto irritato. 

Eventi e santini dei tre colleghi, infatti, campeggiano ancora su Facebook. 

Anche perché, se i colleghi della Lega hanno speso niente, lui, di soldini, ne ha tirati fuori abbastanza, quasi quattromila euro e tutti di tasca sua. 

“Quelli – racconta – sono tutti soldi miei che ho investito per la propaganda, ho superato la soglia dei 2500 euro e quindi ho dovuto mettere anche il mandatario. Oggi, invece, vado a vedere le dichiarazioni degli altri e vedo che tutti hanno speso zero. Sono rimasto un po’ così, a maggior ragione visto la somma che ho tirato fuori di tasca mia, tutta di tasca mia. Soldi dalla Lega? Macchè, la Lega non mi ha dato un euro, quei 3 mila e 800 euro sono tutti miei”. 

Una versione che, però, non combacia con quella del segretario della sezione locale del carroccio, Gianluigi Cernusco. In questo caso, l’attenzione, si concentra sulla gigliata di autofinanziamento organizzata dalla Lega di Settimo Torinese il 5 giugno, a San Mauro Torinese. Mencobello, come già detto, racconta di non aver visto un euro ma Cernusco, invece spiega tutt’altro. “Mi ricordo di quell’evento – spiega il segretario del Carroccio – fu organizzato per raccogliere fondi per il candidato sindaco, noi della Lega non prendemmo niente. I nostri consiglieri hanno speso quasi tutti zero? È vero, i santini se li sono fatti da soli, a casa, ormai chiunque puo’ farsi un po’ di materiale in totale autonomia, non ci vedo nulla di strano”.  

Che è la stessa cosa che raccontano i consiglieri. “Avevo delle conoscenze – spiega Maugerie io e Alessia (Titanio) siamo riusciti ad avere i santini e altre piccole cose in questo modo”. 

Li ha pagati? Glieli hanno regalati? Non è dato saperlo. 

Ma forse, anche se li avesse pagati qualcun altro, la somma poteva essere comunque riportata nel report delle spese elettorali. 

L’aperitivo dei candidati consiglieri “Titanio e Maugeri”, il 22 maggio, alla presenza di Mencobello, chi lo ha pagato? Di nuovo il candidato sindaco?  Non si sa. Più dettagliata, infine, la spiegazione del consigliere Antonio Borrini. “I santini me li sono fatti a casa e il mio aperitivo del 7 maggio lo ha pagato il candidato alle europee della Lega, Marrapodi, che fece l’evento con me”.

È bene dire che, anche tra la maggioranza, spiccano due esponenti che hanno dichiarato di aver speso zero: l’assessore Barbara Ventrella e il consigliere di + Europa Bruno Olivieri.

Commenti

Blogger: Mattia Aimola

Mattia Aimola
Senza peli sulla penna

Leggi anche

Calcio. Promozione. Girone B. Piroli-Padoan: il Settimo vince e torna secondo

Dopo il mezzo passo falso casalingo con l’Esperanza, il Settimo torna a ruggire andando ad …

Calcio. Seconda Categoria. Girone D. Il Castiglione scappa, il CNH Industrial lo ribalta e torna in vetta da solo

Con una prova di forza il CNH Industrial vince il derby e si riprende la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *