Home / BLOG / SETTIMO T.SE Le mascherine di Mamma Elke fanno furore.

SETTIMO T.SE Le mascherine di Mamma Elke fanno furore.

SETTIMO T.SE Le mascherine di Mamma Elke fanno furore.

Il sentirsi parte di una comunità, a volte va ben oltre dall’essere un semplice cittadino, è provare a fare qualcosa di concreto, di significativo, è mettersi all’opera per gli altri, come ha fatto Elke Altepeter, settimese di 55 anni, compiendo un piccolo gesto che potesse esprimere un’immensa e bellissima solidarietà verso chi ci sta accanto.

Una parola ‘solidarietà’ che ha risuonato molto in questo periodo di lock down, in cui Elke mettendo a disposizione il suo tempo e la sua passione per il cucito, con la sola prerogativa di aiutare il prossimo, ha fatto la sua parte, creando a mano delle mascherine.

Mascherine di cotone colorate, a tinta unita, a pallini, con i fiori, mascherine che indossandole potessero trasmettere un po’ di allegria e che soprattutto potessero rappresentare una copertura dal famoso droplet.

Nella sua pagina Instagram “Mamelkehandmade” salta all’occhio subito questa frase ‘Fatto a mano, con amore, da una mamma ‘, perché l’idea di cucire mascherine di Elke nasce in primis dal senso di protezione che nutre nei confronti dei suoi tre figli Federica, Marco e Alessia e per la quale ha iniziato a crearle.

“Tutto è iniziato nel lontano 1987 quando mio marito Peter mi regalò la primissima macchina da cucire, che mi ha permesso di imbastire abiti e borse, per il mio guardaroba e per quello dei miei figli. Mai avrei pensato che tutto questo potesse tornare utile a più persone. – racconta emozionata mamma Elke – Utile in primis alla società, poi a me stessa, perché questa attività mi ha permesso di superare un momento difficile come la quarantena, dedicandomi totalmente al cucito. Le mascherine le ho cucite inizialmente per i miei figli e i miei nipoti, per far sì che in qualche modo avessero una protezione, anche se non sono un dispositivo di protezione individuale e poi per andare incontro alla necessità del momento e delle persone che erano desiderose di indossare qualcosa di allegro e colorato”.

Ed è così che mamma Elke ha iniziato a produrre e con le sue mani d’oro a cucire… E cucendo ogni giorno le ha donate ai vicini di casa e poi ai colleghi di lavoro del marito che hanno un’attività, ai colleghi farmacisti di Alessia, la figlia più piccola e alla pizzeria Brontolo di Settimo.

Le ha donate a chi ne avesse bisogno, solo per essere d’aiuto.

Un aiuto prezioso, andato oltre alle apparenze, oltre le distanze fisiche, oltre tutto e che come scrive lei ‘con il solo amore’ è riuscita a superare qualsiasi ostacolo, cercando di essere una bellissima “soluzione” in un momento difficile e problematico.

Commenti

Blogger: Ivana Fontana

Ivana Fontana
L'essenziale è invisibile agli occhi

Leggi anche

La premiazione serale al Golf Club Settimo

GOLF. Una giornata eccezionale per il Golf Club Settimo

Appuntamento infrasettimanale per il Golf Club Settimo con il Vivigolf Tour 2020, che nella giornata …

Asl To 4: Ardissone presenta la dimissioni a Icardi

CHIVASSO. Asl To 4: Ardissone presenta le dimissioni all’assessore regionale alla sanità Luigi Genesio Icardi. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *