Home / Home / SETTIMO T.SE: La Corona di Delizie in bicicletta.

SETTIMO T.SE: La Corona di Delizie in bicicletta.

Settimo farà parte della tangenziale verde di Torino: La Corona di Delizie in bicicletta.

La Corona di Delizie è un disegno architettonico commissionato dai Savoia, tra il ‘500 e il ‘600, con l’intento di avere un sistema di regali residenze per testimoniare e mettere in risalto la sfarzosità della Casa Reale. Furono così realizzate le Maisons de plaisance: un insieme di Residenze Reali in Torino e in Piemonte per poter dimostrare cosa significasse appartenere alla casa dei Savoia. Moncalieri, Govone, Agliè, Venaria, la Mandria, Casotto e Oropa sono solo un piccolo esempio delle residenze e dei giardini che vennero realizzati a tale scopo.

Nel 1999, alcuni soci della FIAB Torino bici & dintorni (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), tra cui Mario Agnese consigliere dell’associazione e ideatore del progetto, stavano organizzando itinerari in bici da proporre ai loro associati. Nello stesso periodo, l’Unesco stabilì che il Sistema delle Residenze Sabaude divenisse Patrimonio dell’Umanità e così nacque l’idea di unire le residenze sabaude con un collegamento percorribile solo ed esclusivamente in bicicletta. 

“Le residenze dei Savoia sono collegate tra loro solo attraverso Torino – ha sottolineato Mario -È come se Torino fosse il centro di un cerchio che si collega con le maisons de plaisance attraverso dei raggi. Così ci siamo chiesti: perché non renderle accessibili anche in bicicletta e soprattutto tra di loro? E come per incanto ci è venuta in mente l’idea di una tangenziale verde: un collegamento che abbraccia la città per unire ciò che sta attorno ad essa, ma percorribile solo in bicicletta”.

È nata così “La Corona di Delizie in bicicletta”, un anello che collega 16 comuni limitrofi a Torino, tra cui Settimo, per una lunghezza di 90 km. Il percorso non utilizzerà strade condivise con le automobili, ma solo piste per biciclette perché la percorribilità dovrà avvenire in piena sicurezza assaporando la storia. La Corona di Delizie è un itinerario ciclo-turistico e ha lo scopo di valorizzare anche alcuni centri storici che pochi conoscono.

“È stato un lavoro bellissimo ideare e progettare questo anello verde attorno a Torino, ma è stato anche duro e faticoso– ha continuato Mario -perché nel 1999 non c’era Google Maps, e quindi bisognava provare e sperimentare le strade, le vie lungo gli argini dei fiumi e attorno alle cascine. Non è stato così facile!”

“La Corona di Delizie in bicicletta” dovrebbe attrarre, anche dall’estero, l’interesse del cicloturismo che in Europa si sta diffondendo a macchio d’olio. Inoltre dovrebbe essere collegata alla VenTo, la dorsale cicloturistica che corre per oltre 700 km lungo gli argini del fiume Po da Venezia a Torino.

“Settimo è un nodo importante di questo anello cicloturistico, che non è pensato per i ciclisti professionisti, ma per le famiglie- ha sottolineato Roberto Corona, della Ri-Ciclistica settimese, – e proprio a Settimo si stanno realizzando dei lavori importanti in tal senso, come gli scavalcamenti dell’autostrada Torino-Milano e della ferrovia, e altri lavori in prossimità di strada Fornacino. Bisogna però riconoscere il grande lavoro che stanno facendo i Comuni interessati, la Provincia e la Regione. Ed è importante sottolineare che questo anello deve essere collegato ai centri cittadini, proprio perché è pensato per le famiglie che vogliono trascorrere una piacevole gita in bici”.

Un’altra caratteristica dell’anello Corona di Delizie è la interconnessione con le stazioni ferroviarie di alcune città, perché si possa percorrere il tragitto scelto avendo la possibilità di tornare a casa in treno.

“Io ho impiegato un’ora è mezza da Settimo- ha detto Nadia Boscolo, della Ri-ciclistica, – per arrivare a Venaria, ma ne vale la pena. Il percorso è bellissimo”.

L’anello verde attorno a Torino sarà, appena terminati tutti i lavori, una vera e propria tangenziale perché collegherà altri itinerari ciclabili piemontesi come, ad esempio, il tratto dell’EuroVelo Stupinigi/Cuneese o la Via dei Pellegrini che va verso la Val di Susa.

Per saperne di più basta digitare https://www.biciedintorni.it/wordpress/

Commenti

Blogger: Marco G. Dibenedetto

Marco G. Dibenedetto
DIBENEINSETTIMO

Leggi anche

Maltempo

ROMA. Maltempo per tutta la settimana,venerdì la giornata peggiore

Maltempo sull’Italia a causa di una serie di perturbazioni di origine atlantica che potrebbero interessare …

ROMA. Tennis: Nadal di nuovo sul trono Atp, Berrettini è ottavo

Rafa Nadal torna sul trono del tennis mondiale: a Novak Djokovic non è bastato ieri …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *