Home / Home / SETTIMO. Un “selfie” inviato per sbaglio tradisce ladra di cellulari
Il selfie inviato per errore all'amico della vittima di furto
Il selfie inviato per errore all'amico della vittima di furto

SETTIMO. Un “selfie” inviato per sbaglio tradisce ladra di cellulari

Rubano un cellulare a una donna settimese ma inviano, per errore, un selfie a un amico della vittima. Lui segnala il tutto ai carabinieri, i quali rintracciano il telefono e gli autori del furto e li denunciano per ricettazione.

 

Il 14 settembre scorso Antonella (nome di fantasia) ha denunciato ai carabinieri della tenenza di Settimo Torinese di aver subito il furto del telefono cellulare mentre passeggiava in Piazza Vittorio Veneto, a Torino. Appena tre giorni dopo, la donna è tornata in caserma sostenendo di avere notizie utili per identificare i ladri. Sul telefono cellulare di un suo amico, infatti, era arrivato tramite Whatsapp, un “selfie” scattato proprio con il suo cellulare rubato. Protagonisti della foto, inviata per errore, un uomo e una donna a bordo di un treno.

 

A quel punto, rintracciare i due non è stato difficile. Il cellulare provento di furto era infatti stato localizzato a Bra. I militari hanno inviato il selfie ai colleghi di Bra che hanno identificato l’uomo della foto in un M.H., 40enne, residente a Bra (CN). I carabinieri sono andati a casa dell’uomo ove hanno trovato la donna fotografata nel selfie oggetto dell’indagine. La donna, una 26enne senza precedenti penali, ha spontaneamente consegnato ai militari il telefono cellulare e ha precisato di averlo trovato a Torino in una piazza non meglio indicata e ha sollevato da ogni responsabilità il suo amico, anch’egli ritratto nella foto. I carabinieri hanno denunciato la ragazza per ricettazione.

 

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

MATERA. ANSA/ Weekend: Mostre, da Mantegna a Dürer e Nagasawa

Maria Lai e Antonio Marras, Andrea Mantegna, e poi ancora Dürer, Nagasawa, le grafiche di …

SETTIMO. Ruzza e Schifino fanno “comunella” contro il De Amicis

“La Schifino ha ragione, la penso come lei”, firmato Elena Ruzza. L’assist nei confronti della consigliera …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *