Home / Dai Comuni / SETTIMO. Puppo posticipa il bilancio e Scavone gongola
Felice Scavone
Felice Scavone

SETTIMO. Puppo posticipa il bilancio e Scavone gongola

Colpo di scena: la maggioranza ritira la delibera di approvazione del bilancio consuntivo. Lo hanno deciso pochi minuti fa il presidente del consiglio Giancarlo Brino e il sindaco Fabrizio Puppo. Il motivo? Evitare di vedersi annullare la delibera stessa e correre il rischio di venire commissariati. L’opposizione segna il punto e gongola: appena stamattina, in conferenza di capigruppo, Felice Scavone aveva paventato l’ipotesi di scrivere al Prefetto per far annullare la delibera, che il consiglio avrebbe dovuto approvare dopodomani, mercoledì. “Non ci avete consegnato la documentazione in tempo, il regolamento ci dà 20 giorni – ha detto il forzista in conferenza di capigruppo – Non abbiamo potuto leggere con la necessaria attenzione la delibera. E se io mandassi una letterina al Prefetto informandolo che non avete rispettato il regolamento?”.

 

Il motivo di tutta questa fretta, da parte dell’amministrazione, è ben noto: l’ultimatum di mercoledì scorso in cui il Prefetto imponeva al Consiglio di approvare il consuntivo entro 20 giorni, pena il commissariamento. Di qui la necessità di convocare il parlamentino in fretta e furia: mercoledì, appunto. Sennonchè Scavone, assieme ai colleghi Massimo Del Vago e Pino Palena, ha rotto le uova nel paniere di Puppo.

 

Al sindaco non resta che abbozzare: “Visto che abbiamo tempo, abbiamo deciso di convocare un consiglio per la prossima settimana: lì porteremo il bilancio. Così evitiamo il rischio che ci annullino la delibera” spiega.

 

E mentre Scavone se la ghigna, si palesa una figuraccia per questa maggioranza, che non ha fatto in tempo a smaltire la lavata di capo della Prefettura e si trova costretta ad un imbarazzante dietrofront. Per non parlare del fatto che, sempre sul fronte finanziario, Puppo è reduce da un’altra tirata d’orecchi, quella della Corte dei Conti, che ha dato all’amministrazione 60 giorni per rimettersi in riga. Ma questa è un’altra storia. Peraltro decisamente più rognosa, per il sindaco.

 

lorenzobernardi@giornalelavoce.it

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

sequestrati alimenti dai carabinieri del Rac

CASTIGLIONE. In auto aveva coca e marijuana, arrestato

Questa mattina a Castiglione Torinese, durante un controllo della circolazione stradale, i carabinieri della compagnia …

IVREA. Zac! e Movicentro: i tempi si allungano

Ci sa tanto che sarà ancora molto lunga, impervia e tempestosa la strada per regolarizzare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *