Home / Dai Comuni / SETTIMO. Palena in maggioranza? Giammai
Giuseppe Palena, pediatra

SETTIMO. Palena in maggioranza? Giammai

Un allargamento della maggioranza al gruppo “Uniti per Settimo” di Giuseppe Palena, che oltre a Palena, in consiglio, può contare su Elena Checchina Levato. Due teste pensanti in più per rendere meno difficoltoso il cammino da qui alla fine della legislatura e evitare possibili sgambetti da parte di quegli “scorbutici” di Articolo Uno. Questa la notizia, più o meno confezionata ad arte, che da qualche giorno a questa parte, sta facendo il giro di “tutti i migliori bar” della città. E la città non è “Caracas”.

Incredibile ma vero, il primo a cascare giù dal pero e dalle nuvole, quando lo è venuto a sapere, è stato proprio il diretto interessato…

“Io stampella di questa maggioranza che da mesi litiga su tutto? – non riesce ancora a credere alla sue orecchie – No! Sicuramente c’è un errore. L’ho sentito dire anche io, ma declino l’offerta, che peraltro nessuno mi ha mai fatto. Aggiungo che la mia attività politica da mesi si è ridotta al lumicino e colgo l’occasione per una protesta formale. Da quando il presidente del consiglio Giancarlo Brino ha deciso di spostare al pomeriggio la riunione dei capigruppo, non riesco più ad essere presente. Lui lo sa bene che io il pomeriggio sono impegnato con l’ambulatorio…”. Impegnato lì e pure nel suo ruolo di vicepresidente della Federazione Italiana Medici Pediatri, che lo porta, spesso e volentieri fuori città e ancor più spesso a Roma.

Insomma, non c’è trippa per gatti e non c’è speranza per chi si era già messo in testa una serie di sottrazioni e addizioni sulla tenuta della maggioranza, s’intende nel caso fossero entrati Palena e Levato e usciti tutti e tre gli esponenti di Articolo Uno, cioè Enrico Siniscalchi, Antonino Carbone e Ilaria Romaniello…

“Gli evidenti problemi che ci sono tra Pd ed Mdp possono essere risolti solo in due modi – fa lo stratega PalenaO con un patto di fine mandato, o con il commissariamento. Se però a loro fa piacere continuare a delegittimare il sindao dicendogli che fa gli interessi di Aldo Corgiat, sarà un vantaggio per i competitori alle prossime elezioni, che ormai sono alle porte…”. Insomma se non è un “chissefrega” questo, chiaro, limpido e diretto, diteci voi che cos’è.

Ed è certo che il Partito Democratico, in questa città, stia cominciando un po’ a stufare, con questa storia del sindaco di Articolo Uno che fa gli interessi di Corgiat travestito da Pd, di Corgiat che mette i bastoni fra le ruote a Piastra e Ghisaura, di Piastra che vuole fare il sindaco, di Bisacca che litiga con Ghisaura, di Ghisaura che vuole che il sindaco lo faccia Piastra ma punta a se medismo, infine, e non in ultima, di Daniel che non si sa di che partito è. A cui si aggiungono i mille altri altarini, a cominciare dalle beghe da portinaie intorno alla sede di piazza del Municipio passando attraverso il gossip di quelli che trombano in Municipio ma il problema non sta lì e sta in chi ha dato la notizia ai giornali.

Robe tremende che fanno a pugni con la città un tempo amministrata dai Silverio Benedetto, dai Giovanni Ossola e dagli Aldo Corgiat. Non a caso questi tre, che i panni sporchi se li lavavano, per quanto possibile, nelle secrete stanze ma quando era ora di dar battaglia, sparavano con i cannoni, non certo con le fionde.

Epperò una cosa ancora da dire evidentemente c’è, non foss’altro che tutto ruota sulla tanta voglia che nel Pd in tanti hanno di prendere il posto di Fabrizio Puppo. Anzichè denigrare, sputtanare, continuare a definirlo burattino, alla disperata ricerca di un burattinaio da nominare solo sotto tortura, perché non percorrere la strada già tracciata in quel di Moncalieri?

C’era un sindaco che non piaceva ad una parte del Pd, si sono fatte le primarie e ha vinto il suo vicesindaco. Da Roberta Meo a Paolo Montagna senza troppe parole.

Ecco che cos’è che ci vorrebbe a Settimo. Ci vorrebbe che qualcuno rivendicasse le primarie….

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SAN MAURO. Grande Carnevale con musica country

Grande Carnevale con musica country. Domenica 16 febbraio il centro della città si è colorato …

SAN MAURO. Quasi mille cittadini hanno preso parte al Controllo del Vicinato

Si chiama “Controllo del vicinato” (traduzione del più accattivante “Neighborhood Watch” anglosassone) e punta sulla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *