Home / In provincia di Torino / SETTIMO. Capodanno 2019, brindano i settimesi

SETTIMO. Capodanno 2019, brindano i settimesi

È stato un Capodanno con i fiocchi. A Settimo c’era soltanto l’imbarazzo della scelta per poter trascorrere in allegria e in buona compagnia l’ultimo giorno del 2018. In biblioteca Archimede, la cena tra i libri è piaciuta: il catering del Ristorante della Suoneria ha servito portate ad un centinaio partecipanti. Un numero limitato dalla capienza dell’emeroteca allestita ed addobbato come un locale di ristorazione. Per i bambini, l’animazione nella sala dedicata ai ragazzi ha aiutato i genitori ad attendere la mezzanotte per il brindisi.  In piazza Campidoglio, sfidando le temperature rigide, tutto è andato come previsto: i Mammuth, il duo comico composto da Diego Casale e Fabio Rossini e noto al grande pubblico per la partecipazione a Zelig, hanno condotto la serata presentando le band protagoniste Bandacadabra, Radio Star, Dottor Lo Sapio (alias Vito Miccolis, percussionista molto conosciuto anche per la sua verve comica), e Luca Morino, leader del gruppo torinese Mau Mau, cantante e scrittore. Complice anche il freddo, in piazza non c’era una grande folla, ma i musicisti sono stati tutti brillanti ed applauditi. E’ stata una serata vivace, ricca di sorrisi e di battute.

E anche le associazioni si sono impegnate per dare un’alternativa a tutti, non soltanto ai soci.

In via Fantina è andato in scena il Capodanno organizzato dalla Pro Loco mentre al Combo della Suoneria, l’associazione Sikania ha messo a tavola e ha fatto ballare circa 150 persone.

Ultimo dell’anno festeggiato anche nella sede degli Alpini in via Palestro: Mario Iannone, capogruppo dei settimesi, ha mantenuto la sua promessa di organizzare eventi per portare le penne nere nel fulcro delle attività cittadine. Il sindaco Fabrizio Puppo ha fatto tappa a tutte le feste, portando i saluti dell’amministrazione ed il consueto messaggio di auguri per un buon 2019.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Presunta violenza al Castellazzo: le indagini continuano

• A un mese esatto dalla presunta violenza sessuale commessa all’interno del centro sociale Castellazzo, …

IVREA. Se glielo ha detto Lavarini….! Ecco perchè La Serra è “fuori”

Per decenni con quei suoi contorni di una macchina da scrivere è stato il simbolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *