Home / Lettere al direttore / Seta, Giacometto: “La discontinuità deve partire dalle modalità di selezione della governance”
CARLO GIACOMETTO FORZA ITALIA

Seta, Giacometto: “La discontinuità deve partire dalle modalità di selezione della governance”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“L’idea di mettere in campo una modalità innovativa e più al passo con i tempi per selezionare la nuova governance di Seta spa è passata di moda?

Spero proprio di no, perché la discontinuità tanto invocata, prima ancora di entrare nel merito delle scelte, deve iniziare dal metodo di raccolta delle autocandidature, in linea con gli obblighi di pubblicità e trasparenza di una società a controllo pubblico che si occupa di un servizio universalistico finanziato dai cittadini tramite le tariffe e, per la quota non riscossa, dalla fiscalità generale.

Bene, dunque, che le argomentazioni dell’Assessore alle Politiche ambientali del Comune di Chivasso Pasquale Centin siano sostanzialmente sovrapponibili a quanto avevo già avuto modo di esprimere in un post sul mio blog www.carlogiacometto.com già qualche settimana fa!

Egli, pur essendo – come è noto – su un fronte politico alternativo al mio, ha recentemente dichiarato: “Insieme ai Comuni della collina, Chivasso chiede l’evidenza pubblica, i curriculum, la valutazione degli skill e dei titoli, la professionalità e l’esperienza di amministrazione di società. Purtroppo al momento non vedo ancora nulla di tutto ciò, né avvisi, né altro”.

Nel condividere la posizione espressa da Chivasso, ribadisco anche in questa sede che l’evidenza pubblica consentirebbe di verificare i requisiti di professionalità e onorabilità previsti dal decreto legislativo 175/2016, nonché le eventuali inconferibilità e incompatibilità definite dal decreto legislativo 39/2013: sono certo che la mia preoccupazione circa l’eventualità di una segnalazione all’ANAC, nel caso in cui non si proceda in questa direzione, sia anche quella dei Sindaci del Consorzio di bacino 16. Auspico, dunque, anche nel mio ruolo di amministratore locale del territorio, che il Comune capofila si faccia carico di pubblicare sul proprio sito istituzionale l’avviso per raccogliere candidature e curricula, avviando una procedura nel segno della tanto sbandierata discontinuità”.

Lo ha dichiarato in una nota Carlo Giacometto, deputato piemontese di Forza Italia e Consigliere comunale a Brusasco.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

giuseppe summa, nursind

ASL TO4. Nursind avverte: “Nessun taglio sul personale”

Siamo preoccupati da nuovi tagli che inevitabilmente incombono sulla nostra asl. La bocciatura del bilancio …

IVREA. Zac. Signor Sindaco, un po’ di chiarezza

Lettera aperta di Nevio Perna, socio della cooperativa ZAC! e componente storico del Circolo Legambiente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *